Comunicazione

11 aprile 2011 | 10:21

DIRITTI TV: PALAZZO DI GIUSTIZIA BLINDATO PER ARRIVO BERLUSCONI

DIRITTI TV: PALAZZO DI GIUSTIZIA BLINDATO PER ARRIVO BERLUSCONI
(ASCA) – Milano, 11 apr – Tutto e’ pronto per l’arrivo di Silvio Berlusconi al Palazzo di Giustizia di Milano dove oggi il premier sara’ presente ai lavori dell’udienza del processo sui diritti tv. Per il presidente del Consiglio, imputato insieme ad altre 10 persone per l’ipotesi di frode fiscale, presentarsi in aula significa soprattutto far decadere lo status di imputato contumace, condicio sine qua non per beneficiare delle attenuanti generiche in caso di condanna. Imponenti le misure di sicurezza che riguardano non solo il palazzo di giustizia di Milano, ‘blindato’ fin dalle prime di questa mattina, ma tutta la zona che circonda la cittadella giudiziaria milanese, sorvegliatissima da agenti delle forze. Il perimetro del palazzo di Giustizia e’ stato transennanto anche per permettere al corteo di auto blu del premier e della sua scorta di entrare senza ostacoli dall’ingresso carraio di via Freguglia. Controlli ancor piu’ rigidi all’interno del Palazzo anche perche’, a differenza di quanto accaduto 15 giorni fa in occasione dell’udienza preliminare di Mediatrade, il processo sui diritti tv e’ in fase dibattimentale e, in quanto tale, aperto al pubblico. Porte aperte per molti ma non per tutti: l’accesso all’aula allestita al primo piano del palazzo di giustizia di Milano e’ stato infatti vietato a cameraman e fotografi su disposizione della Procura Generale che ha proibito riprese televisve e fotografie per motivi di sicurezza.
fcz/sam/lv