EDITORIA: IACOPINO,DA FIEG SILENZIO SU GIORNALISTI SFRUTTATI

EDITORIA: IACOPINO,DA FIEG SILENZIO SU GIORNALISTI SFRUTTATI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 APR -“Fa piacere apprendere dalla relazione del presidente della Fieg, Carlo Malinconico, che emergono dati incoraggianti. Fa piacere soprattutto a chi, ai giornalisti, ha fornito un contributo fondamentale, immolandosi per determinare una riduzione del costo del lavoro del 9,6%. Certo sarebbe stato più cortese non far rientrare genericamente le centinaia di colleghi rottamati tra le ‘diseconomie’ parzialmente riassorbite con “incisivi processi di ristrutturazione e di riorganizzazione produttiva”. E’ quanto dice Enzo Iacopino presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti che sottolinea: “Manca nella relazione ogni altro riferimento ai giornalisti. Non una parola di speranza – a quattro giorni da una imponente manifestazione pubblica contro il precariato – per i tanti sfruttati da quei ladri di sogni e di verità  che ci sono tra gli editori. Non era la sede, sarà  l’obiezione. Ma questa sede non si trova mai”. Secondo Iacopino “il problema resta e distrugge la vita di migliaia di giovani. La verità  è – conclude – che sul terreno della moralità  dei comportamenti di troppi editori la Fieg sceglie sempre la strada del silenzio”.(ANSA).
COM-TH/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari