Editoria, New media

18 aprile 2011 | 9:39

UMBRIA/FESTIVAL GIORNALISMO: PAGINESI’,HIPERLOCAL LEGATO SCOLARIZZAZIONE

UMBRIA/FESTIVAL GIORNALISMO: PAGINESI’,HIPERLOCAL LEGATO SCOLARIZZAZIONE
(ASCA) – Perugia, 16 apr – ”L’Hiperlocal da’ una dimensione spaziale alla capacita’ di generare news che di fatto e’ sempre esistita ma in cui un elemento centrale e’ il tasso di scolarizzazione mondiale che continua a salire”. E’ quanto ha rilevato, tra l’altro, Paolo Cellini, direttore delle Strategie e della Divisione New Media di Pagine Si!, azienda operante nel mercato nazionale dell’editoria multimediale. Cellini, docente di Marketing Strategico alla Luiss di Roma (e gia’ direttore della Divisione Internet e della Divisione Vendite di Seat Pagine Gialle SpA ) ha partecipato stamani al panel di discussione dal titolo ”Hyperlocal: il territorio come editore, le notizie come bussola” tenutosi nell’ambito del festival del Giornalismo in corso a Perugia. Nel ruolo di moderatore il giornalista Federico Fioravanti, e, tra i relatori anche Michele Mezza, vice-direttore Rai Nuovi media, Marco Vulpis presidente Aigol, e, in collegamento via skype Derrik De Kerckove, direttore del Programma McLuan. Al centro dei lavori l’evoluzione alla quale e’ sottoposto il mercato delle notizie che, incalzato dai social network, ripiega sul territorio, georeferenziando le notizie e trasformando le mappe in contensti giornalistici. L’informazione tende quindi a diventare sempre piu’ un linguaggio della cittadinanza e, pertanto l’utente diventa egli stesso creatore ed imprenditore dell’informazione. Il nuovo linguaggio, o meglio la nuova grammatica dell’Hiperlocal, e’ stato detto, sono le mappe, magari all’interno di sistemi georeferenziati in 3D, possibilmente interattivi e dai quali puo’ anche scaturire la possibilita’ di ritagliare forme nuove di imprenditoria. Al pari delle sfide alle quali e’ chiamata l’informazione, anche la filosofia di Paginesi’, presieduta da Sauro Pellerucci, si e’ rivolta all’innovazione arrivando nel settore dell’annuaristica telefonica a traguardi che hanno sostanzialmente scardinato un mercato monopolistico. Le guide telefoniche realizzate, piu’ semplici da consultare e ricche di contenuti si legano e s’interfacciano al World Wide Web (mappature dei centri storici e delle zone industriali ed artigianali ed indirizzario internet ed e-mail) a costituire un binomio divenuto ormai un punto di forza che continua a trarre linfa proprio dal territorio, dalla dimensione locale, anche grazie alla maggiore ”alfabetizzazione’ dei fruitori stessi. Paginesi’ che ha attualmente un organico composto da oltre 500 consulenti pubblicitari ed oltre 70 dipendenti collaboratori, nel 2010 ha consolidato un fatturato di circa 26 mln di euro. ElencoSi’ e’ presente in 63 province distribuite in 18 regioni, per un totale di circa 6,5 mln di copie distribuite gratuitamente, per circa 25 mln di potenziali consultatori.
pg/ghi/ss