RAI: USIGRAI, NO A PROIEZIONI ELETTORALI SCELTA RIDICOLA E CENSORIA

RAI: USIGRAI, NO A PROIEZIONI ELETTORALI SCELTA RIDICOLA E CENSORIA
(ASCA) – Roma, 19 apr – ”Lasciare alle altre emittenti le proiezioni su una competizione elettorale cosi’ cruciale in questa travagliata fase politica del paese vuol dire gettare la spugna e rinunciare al ruolo di servizio pubblico”. Lo afferma il segretario nazionale Usigrai, Carlo Verna. ”Si tratterebbe, se venissero confermate le anticipazioni di stampa, di una scelta ridicola e censoria. C’e’ da immaginarsi – continua Verna – il dibattito sulle reti Rai tra politici che farebbero continuo riferimento alle proiezioni provenienti dalle altre emittenti, una sorta di invito a cambiare canale”. ”Perche’ i direttori di testata – chiede Verna – non si ribellano come hanno saputo fare i loro giornalisti partecipando in massa al nostro referendum su Masi? Il cda non considera grave una decisione del genere, a quanto pare senza un dibattito consigliare?”.
com-ceg/sam/lv

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi