Televisione

19 aprile 2011 | 11:15

MEDIASET: GIUDICI, BERRUTI RICICLO’ SOMME DA SOCIETA’ SCHERMO

MEDIASET: GIUDICI, BERRUTI RICICLO’ SOMME DA SOCIETA’ SCHERMO
(AGI) – Milano, 19 apr. – Il deputato del Pdl, Massimo Maria Berruti, e’ stato condannato a due anni e dieci mesi di carcere, il 24 febbraio scorso, dalla Corte d’Appello di Milano perche’ “riciclo’ somme da due societa’ utilizzate come mero schermo di simulate operazioni di compravendita di diritti di sfruttamento dell’immagine di sportivi”. La responsabilita’ di Berruti viene spiegata nelle motivazioni della sentenza depositate oggi. La sentenza era arrivata dopo che altri due collegi milanesi avevano assolto il deputato del Pdl con verdetti pero’ rinviati a Milano dalla Corte di Cassazione. Per i giudici “deve essere confermata la dichiarazione di responsabilita’ dell’imputato con riferimento ad operazioni in uscita dal conto corrente Jasran Sbs di Lugano di somme di denaro provenienti da Imi Group e Smg Ltd ma solo per l’operazione effettuata in data 22 novembre 1995″. Per altre operazioni, invece, “deve dichiararsi non diversi procedere essendo estinte per intervenuta prescrizione”. Quanto alle societa’ indicate, i giudici ricordano che gia’ la prima corte d’Appello, davanti alla quale era arrivata la causa, “aveva chiaramente individuato non solo la natura delle societa’ Imi e Smg che erano prive di qualsivoglia concreta operativita’ commerciale, utilizzate come mero schermo di simulate operazioni di compravendita di diritti di sfruttamento dell’immagine di sportivi, ma anche il carattere simulato delle operazioni il cui vero e unico scopo era in realta’ quello di spostare illecitamente, in via di appropriazione indebita, all’esterno di Fininvest, due consistenti risorse finanziarie”. (AGI) Mi2/Ral/