Stella l’ambizioso

Il gran capo di Ti Media solleticato dall’accordo con Cairo,che lega i ricavi pubblicitari alle audience di La7, punta a una share del 5%. E guarda con l’acquolina in bocca alla trattativa per il rinnovo del contratto tra la Rai e Fazio.
Gianni Stella è confermato vice presidente esecutivo e amministratore delegato di Ti Media, mentre alla presidenza del gruppo televisivo di Telecom Italia arriva Severino Salvemini, docente di economia aziendale della Bocconi e grande esperto di media. Le nomine sono state decise dal nuovo Cda di Ti Media, riunitosi l’8 aprile a Milano al termine dell’assemblea dei soci che ha approvato il bilancio consolidato del 2010. Stella resta, dunque, per un secondo triennio plenipotenziario delle attività  televisive di Telecom, che comprendono La7, La7d, il 51% di Mtv Group, l’operatore dei mux Timb e il digital content per l’iptv e per Cubo della casa madre. Il consiglio è stato allargato a personaggi del mondo della cultura e della comunicazione con Irene Bignardi, critica cinematografica, già  direttore del Festival di Locarno e presidente di Film Italia, Davide Rampello, presidente della Fondazione Triennale da sempre vicino al mondo Mediaset, e Mauro Giusto, direttore comunicazione operativa del gruppo Generali, che rimpiazzano i dimissionari Marco Patuano, nuovo amministratore delegato di Telecom Italia, Gianfranco Negri Clementi ed Eugenio Palmieri.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 416 – aprile 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale