Editoria

20 aprile 2011 | 14:16

‘ESPRESSO: NEL 1^ TRIMESTRE RICAVI +4% A 222.2 MLN

‘ESPRESSO: NEL 1^ TRIMESTRE RICAVI +4% A 222.2 MLN

ROMA (ITALPRESS) – Si e’ riunito oggi a Roma, presieduto da Carlo De Benedetti, il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Editoriale l’Espresso, che ha approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2011.
I ricavi netti consolidati ammontano a 222,2 milioni di euro, in crescita del 4% rispetto al primo trimestre del 2010. I ricavi diffusionali sono pari a 88,2 milioni, in linea con il corrispondente periodo dell’esercizio precedente (+0,1%). “L’andamento del fatturato diffusionale riflette la buona tenuta delle vendite de la Repubblica, dei periodici e dei prodotti opzionali; le diffusioni dei quotidiani locali sono state piu’ deboli, ma il loro impatto sul fatturato e’ stato piu’ che compensato dall’aumento del prezzo, effettuato ad inizio d’anno, di 7 delle 18 testate locali del Gruppo”, si legge in una nota. I ricavi pubblicitari, pari a 127,6 milioni, hanno registrato una crescita del 5% sul primo trimestre 2010, “in controtendenza rispetto all’andamento critico del mercato”. “La stampa, sia quotidiana che periodica, ha mostrato una buona tenuta (+0,3%), in un comparto tuttora in difficolta’ (-7,4% a febbraio); il miglior andamento riflette la buona performance de la Repubblica ed il riuscito rilancio de L’Espresso – prosegue la nota -. Molto positiva l’evoluzione della raccolta su internet, che ha registrato un incremento del 15%, in linea con la dinamica settoriale. Vivace anche l’andamento di DeejayTv, che ha sostituito a fine 2009 l’emittente All Music e che ha conseguito una raccolta in netto aumento (+29,4%), confermando la validita’ del riposizionamento del canale”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
sat/com 20-Apr-11 12:09
L’ESPRESSO: NEL 1^ TRIMESTRE RICAVI +4% A 222.2 MLN-2-

Infine, la raccolta pubblicitaria radio, compresa quella di terzi, ha riportato un incremento del 3,6%.
I ricavi diversi, pari a 6,3 milioni, sono cresciuti di oltre il 50% rispetto al primo trimestre del 2010, “grazie ai primi sviluppi dell’attivita’ di affitto di banda digitale terrestre ad operatori terzi”. “I costi operativi totali registrano un incremento dell’1% – spiega ancora il Gruppo -, interamente imputabile allo sviluppo delle edizioni digitali e della rete digitale terrestre; i costi del core business tradizionale (stampa e radio), dopo il taglio del 17% realizzato al 31 dicembre 2010, mostrano un ulteriore contenimento dell’1%, compensando con la riduzione strutturale dei costi gli incrementi del prezzo della carta, delle tariffe postali e le maggiori spese promozionali a sostegno dei prodotti. Il margine operativo lordo consolidato e’ pari a 36,8 milioni, in aumento del 20,9% rispetto ai 30,4 milioni del primo trimestre 2010″. Il risultato operativo consolidato e’ pari a 27,6 milioni, in crescita del 30% rispetto ai 21,2 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio precedente, e mostra una redditivita’ del 12,4% (9,9% nel primo trimestre del 2010)”. Il risultato netto consolidato riporta un utile di 13,1 milioni, contro 12,1 milioni nel primo trimestre del 2010. La posizione finanziaria netta consolidata mostra un miglioramento, passando dai -135 milioni di fine 2010 ai -108,4 milioni del 31 marzo 2011, con un avanzo finanziario di 26,6 milioni (8,2 milioni nel primo trimestre del 2010).
(ITALPRESS).
sat/com 20-Apr-11 12:09
Chiud