Editoria, New media

26 aprile 2011 | 9:57

WIKILEAKS: BBC ACCUSATA DI FARE PROPAGANDA AD AL QAEDA

WIKILEAKS: BBC ACCUSATA DI FARE PROPAGANDA AD AL QAEDA
(ASCA-AFP) – Londra, 26 apr – La Bbc e’ accusata di essere parte di una ”possibile rete di propaganda” a favore di al Qaeda. E’ quanto emerge da uno dei ‘Guantanamo Files’ diffusi da Wikileaks e pubblicato dal Daily Telegraph. Secondo il quotidiano conservatore nella rubrica e sul telefono di alcuni estremisti e’ stato trovato un numero di telefono (0044 207 *** ****) di Bush House, la sede a Londra sullo Strand del ‘World Service’. L’informazione venne rivelata da un detenuto saudita di Guantanamo il 21 aprile 2007. L’intelligence Usa, riferisce il Telegraph, ha scoperto numerosi ”estremisti legati” a questa utenza. Numero che ora risulta disattivato. A rivelare il numero sospetto fu il saudita Turki Mish’awi Zaid Alj-Amri che confesso di ”essere un membro di al Qaeda e di aver combattuto in Afghanistan”. Nuovi documenti riportati sempre dal Telegraph parlano invece di una moschea nel nord di Londra usata come ”rifugio” per decine di estremisti islamici che pianificavano operazioni terroristiche tra il Pakistan e l’Afghanistan. I media internazionali hanno inoltre pubblicato cable che rivelano come diversi paesi, dalla Russia all’Arabia Saudita, inviarono i propri agenti a Guantanamo per interrogare detenuti. L’organizzazione di Julian Assange ha distribuito in questi giorni quasi 800 documenti militari top secret sugli uomini che sono stati imprigionati nella base per sospetti terroristi nell’isola di Cuba. I documenti, messi nelle mani di varie testate mondiali tra cui il Washington Post negli Usa e in Gran Bretagna il Daily Telegraph, sono datati tra 2002 e 2009 e forniscono nuove indicazioni sui 172 individui ancora sotto chiave a Guantanamo.
red/sam/lv