RAI: UGL “INTROITI STRANAMENTE BASSI DA PUBBLICIT�, SIPRA INTERVENGA”

RAI: UGL “INTROITI STRANAMENTE BASSI DA PUBBLICIT�, SIPRA INTERVENGA”

ROMA (ITALPRESS) – “Stando alle stime Auditel, i canali Rai registrano un ascolto maggiore rispetto a quelli delle reti private, eppure l’introito pubblicitario della tv pubblica risulta inferiore”. Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl Telecomunicazioni Rai, Fabrizio Tosini, spiegando che “il prezzo dello spazio pubblicitario nell’unita’ di tempo dovrebbe essere proporzionale all’indice di ascolto del programma in cui viene trasmesso. Sarebbe quindi logico attendersi per i canali Rai un introito pubblicitario sensibilmente superiore alla concorrenza privata, ma i dati pero’ sembrano smentire questa regola. Inoltre le aziende affidano la loro promozione pubblicitaria prevalentemente a Publitalia che notoriamente amministra la pubblicita’ per le reti private”.
“E’ necessario dunque – conclude – che la Sipra, gestore della pubblicita’ per la Rai, dia chiarimenti su questa situazione e si applichi con tutti i mezzi a disposizione per invertire questa tendenza”.
(ITALPRESS).
fsc/com 27-Apr-11 15:01

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi