Televisione

28 aprile 2011 | 14:58

RAI: USIGRAI, ORA MASI NON FIRMI NULLA FINO A SUA USCITA

RAI: USIGRAI, ORA MASI NON FIRMI NULLA FINO A SUA USCITA
(ASCA) – Roma, 28 apr – ”Masi va via? Essendo gia’ stato nominato alla Consap non firmi fino alle dimissioni o all’eventuale rinuncia del nuovo incarico alcun atto se non ordinario. Per il resto non abbiamo bisogno di commentare ulteriormente, ci riportiamo semplicemente all’ inedito referendum effettuato a meta’ dello scorso mese di novembre. Votarono in 1438 giornalisti di cui 1314 si espressero per la sfiducia al Direttore generale (77 invece dissero si’ alla fiducia, 18 le nulle, 29 le bianche)”. Lo afferma Carlo Verna, segretario di Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, che aggiunge: ”Mi sembra tanto eloquente da non dover aggiungere ancora parole, pure perche’ i problemi della Rai sono anche molti altri. Su governance, canone e natura giuridica, dovremo dare battaglia . Se non arrivano risposte si rischia grosso anche con un buon Direttore generale. Con chi verra’, speriamo dall’ interno dell’azienda , ci auguriamo ci possa essere un dialogo serio nel rispetto delle reciproche prerogative. Se nulla viene fatto contro l’evasione del canone e’ un problema per i dipendenti, ma dovrebbe esserlo ancora di piu’ per chi guida l’azienda, cosi’ come un intervento legislativo, che consenta a Rai di non essere equiparata ad una Pubblica amministrazione, riteniamo debba essere sollecitato congiuntamente da sindacati e managment”.
com-min/mau/ss