Televisione

02 maggio 2011 | 16:04

RAI: IDV, SCANDALOSO RITARDO SU REGOLAMENTO REFERENDUM

RAI: IDV, SCANDALOSO RITARDO SU REGOLAMENTO REFERENDUM
ORLANDO, GOVERNO ACCULTA NOTIZIE E TV CENSURA CHI LO CRITICA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 2 MAG – L’Italia dei Valori denuncia “lo scandaloso ritardo nell’emanare il regolamento per la par condicio dei referendum e il vuoto informativo sui quattro quesiti del 12 e 13 giugno”. “Domani 3 maggio si celebra la giornata mondiale della libertà  di stampa – afferma in una nota il portavoce dell’Idv, Leoluca Orlando -. Una libertà  sancita dalla nostra Costituzione ma che il governo e la maggioranza cercano giorno dopo giorno di strangolare a colpi di decreti che servono solo a occultare le notizie e a disinformare l’opinione pubblica. E’ grazie a questa puntuale opera di censura, derivante anche dal conflitto d’interessi che pesa sul nostro presidente del Consiglio, che l’Italia è ferma al 49esimo posto nella classifica della libertà  di stampa di Reporters sans frontieres, a pari merito con il Burkina Faso e peggio che a Taiwan”. “Il grado di libertà  di stampa – aggiunge – è un fondamentale indice della democrazia ed è quindi evidente la gravità  della situazione del nostro Paese. Di fronte a una tv pubblica che, invece di contribuire a creare un dibattito politico obiettivo, censura solo chi critica il governo, e a un premier che usa le sue reti e i suoi giornali come fossero organi di partito, l’IdV si è sempre battuta, nel Parlamento, italiano ed europeo, e nelle piazze, in difesa del diritto sacrosanto di tutti i cittadini ad essere informati. A dimostrazione di questo clima da regime c’é lo scandaloso ritardo nell’emanare il regolamento per la par condicio dei referendum e il vuoto informativo sui quattro quesiti del 12 e 13 giugno contro il nucleare, la privatizzazione dell’acqua e il legittimo impedimento. L’ennesimo colpo di mano di una maggioranza che ostacola la democrazia per fare gli interessi del padrone di casa e della sua cricca”. (ANSA).
DEL/ S0A QBXB