Televisione

03 maggio 2011 | 16:11

TV: MOIGE, SITCOM DI DUBBIO GUSTO A ITALIA 1;BENE TERENCE SU RAI1

TV: MOIGE, SITCOM DI DUBBIO GUSTO A ITALIA 1;BENE TERENCE SU RAI1
(AGI) – Roma, 3 mag. – E’ di nuovo Italia 1 la rete out del mese, cioe’ quella piu’ contestata e meno gradita dai genitori per i propri figli minori. Lo dicono i dati dell’Osservatorio Tv del Moige-Movimento genitori relativi alle segnalazioni giunte nel mese di aprile 2011, attraverso il numero verde 800.93.70.70 e il sito www.genitori.it. Il Moige segnala che “la rete Mediaset, dedicata teoricamente al pubblico dei piu’ giovani, e’ invece caratterizzata sempre piu’ da programmi e sitcom poco gradite, come ‘E alla fine arriva mamma’ (How I met your mother), trasmessa nel primo pomeriggio: la serie, che per location, comicita’ e dinamiche di gruppo, secondi alcuni critici dovrebbe essere l’erede di “Friends”, serie tv cult degli anni novanta, e’ invece uno spettacolo non adatto alla fascia protetta”. Perche’ aggiunge la nota – “tra i personaggi, infatti, troviamo esempi come Barney, ricco donnaiolo, che offre spunti di ilarita’ decisamente volgari e il suo comportamento cinico e opportunista e’ tollerato dai compagni e sospeso da ogni forma giudizio a vantaggio di una stereotipata comicita’”. Gradita invece la fiction in tre puntate di Rai1 “Un passo dal cielo”, con Terence Hill nei panni di Pietro, il capo della squadra del Cfs del piccolo paesino di San Candido (Alto Adige) ai piedi delle Dolomiti. Apprezzati anche ‘Linea Verde’ e ‘Ballando con le Stelle’, entrambi su Rai1. Mentre invece, sempre a proposito della rete ammiraglia Rai, giudizi negativi sono stati registrati dal Moige nelle segnalazioni per la settima edizione di “Un medico in famiglia”, fiction che si trova “avviluppata – dice la nota – in un tale complicato intreccio di personaggi, vicende e ruoli da far invidia alle piu’ popolari soap opera. E’ evidente che l’assenza di alcuni interpreti dal cast ha comportato delle scelte narrative obbligate e, cosi’, le storie si moltiplicano e si sviluppano attorno a un sempre maggior numero di personaggi che sfumano i contorni, gia’ poco chiari, di questa particolare famiglia. Il risultato e’ una notevole confusione di ruoli e una completa assenza, non solo di intimita’ familiare, ma anche e soprattutto di intimita’ personale”. Giudizio positivo per ‘Cotto e mangiato – il menu’ del giorno’ in onda su Italia 1 e per ‘La Grande Storia’ su Rai3, mentre negativo per L’Isola dei Famosi su Rai2, Uomini e Donne e Grande Fratello su Canale 5. Per cio’ che concerne gli spot, “molto apprezzato” – dice il Moige – “‘Divertiti, fatti una famiglia!”, e invece “poco gradito” lo spot della trasmissione ‘Saturday night live’ in onda su Italia 1 in terza serata, “una comicita’ volgare, ricca di oscenita’ e dal linguaggio estremamente licenzioso. Lo spot che la pubblicizza manifesta bene tutte queste caratteristiche anche ad un pubblico non interessato, come bambini e famiglie, spesso in fascia protetta”. (AGI) Vic