Televisione

04 maggio 2011 | 11:48

RAI: VITA, CON DG LEI SPERIAMO IN NUOVA PAGINA PER DIGNITA’ DONNE

RAI: VITA, CON DG LEI SPERIAMO IN NUOVA PAGINA PER DIGNITA’ DONNE
(AGI) – Roma, 4 mag. – “La nomina di Lorenza Lei alla direzione generale della Rai rappresenta una novita’: per la prima volta una donna e’ ai vertici dell’azienda di Stato. Non e’ certo facile nella stagione berlusconiana e nell’era dell’oscurantismo mediatico ‘fare la rivoluzione’ nel e del servizio pubblico. Certo, dopo Masi non si puo’ che fare meglio. Ma e’ prematuro dare valutazioni o giudizi. Si vedra’, per cio’ che e’ di competenza, in corso d’opera sulle principali scelte industriale ed editoriali”. Cosi’ il senatore Vincenzo Vita della commissione di Vigilanza Rai dopo la nomina di Lorenza Lei a DG Rai. “Oggi la Rai versa in una crisi profonda” continua Vita, “Tuttavia, e’ lecito avere una speranza immediata. E’ augurabile davvero che il primo direttore donna ridia dignita’ proprio alle donne, diventate tante e troppe volte nei palinsesti oggetto di pura mercificazione. Non se ne puo’ piu’. Si rispetti il corpo femminile e si valorizzino le intelligenze. Tra l’altro, recentemente si sono discusse al Senato importanti mozioni su ‘donne, tv e media’ e in Commissione parlamentare di Vigilanza vi e’ stata la significativa audizione di Lorella Zanardo, autrice del video-documentario ‘Il corpo delle donne’. Sono scaturite indicazioni piuttosto nette proprio sulla urgenza di ribaltare il pigro e squallido schema della subalternita’ colpevole. E’ ora di voltare pagina. Un servizio pubblico e’ tale se sa costruire un nuovo senso comune. Auguri di buon lavoro”, conclude Vincenzo Vita. (AGI) Ted