WikiLeaks/ Migliorata la vita di Manning in prigione

WikiLeaks/ Migliorata la vita di Manning in prigione
Trasferito in una cella con una grande finestra

Roma, 5 mag. (TMNews) – Le condizioni in cui è tenuto in carcere Bradley Manning, il soldato Usa sospettato di aver fornito a WikiLeaks documenti segreti americani, sono migliorate sensibilmente grazie alla campagna in suo favore condotta dai suoi sostenitori e da esponenti politici come Dennis Kucinich, parlamentare democratico dell’Ohio. Lo riporta il sito web del Guardian. Da quando Manning è stato trasferito lo scorso 20 aprile dalla base di Quantico, in Virginia, a Fort Leavenworth, c’è stato un netto cambiamento. Rispetto a prima, la sua cella dispone di un’ampia finestra da cui entra luce natura, può tenere effetti personali, come libri e lettere dai suoi familiari, può scrivere ciò che vuole e può dormire con i suoi vestiti. Inoltre, la sua cella è collegata a un’area condivisa con altri quattro detenuti in cui si trova un televisore e una macchina per fare esercizi fisici.

Plg

051149 mag 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci