TLC

06 maggio 2011 | 9:52

Telecom I.: utile netto 1* trim. cala a 549 mln (-8,7% a/a)

06 May 2011 08:12 CEDT Telecom I.: utile netto 1* trim. cala a 549 mln (-8,7% a/a)

MILANO (MF-DJ)–L’utile netto consolidato di Telecom I. Nel primo trimestre e’ pari a 549 mln euro (-8,7% a/a).

I ricavi, si legge in una nota, ammontano a 7.073 mln (6.413 mln in 1* trim 2010). In termini di variazione organica i ricavi consolidati si sono invece ridotti dello 0,2% (-15 mln). L’Ebitda e’ di 2.929 mln (+3,6% a/a), con un’incidenza sui ricavi del 41,4% (44,1% nel primo trimestre 2010). In termini organici l’Ebitda si riduce del 3,6% e l’incidenza sui ricavi si riduce di 1,5 punti percentuali (41,9% nel primo trimestre 2011 a fronte del 43,4% nel primo trimestre 2010). L’Ebit si attesta a 1.499 mln (+6,5% a/a) e un’incidenza sui ricavi del 21,2% (22,0% nel primo trimestre 2010). La variazione organica dell’Ebit e’ stata positiva per 18 milioni di euro (+1,2%) e l’incidenza sui ricavi e’ cresciuta dal 21,4% del primo trimestre 2010 al 21,7% del primo trimestre 2011. Gli investimenti industriali nel primo trimestre 2011 sono pari a 901 mln euro con una riduzione di 141 mln euro rispetto al primo trimestre 2010. Il flusso di cassa della gestione operativa e’ pari a 1.076 mln euro in aumento di 322 mln euro, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’indebitamento finanziario netto rettificato al 31 marzo 2011 e’ pari a 30.622 mln e diminuisce di 846 mln rispetto al 31 dicembre 2010 (31.468 mln). La gestione operativa, unitamente all’incasso di 374 mln euro per la cessione della partecipazione in Etecsa Cuba, ha ampiamente garantito la copertura dell’esborso di complessivi 155 mln a fronte dell’acquisto di azioni che hanno consentito nel primo trimestre 2011 l’incremento dell’interessenza economica del gruppo Telecom I. nel gruppo Sofora – Telecom Argentina dal 16,2% al 21,1%. Rispetto al 31 marzo 2010 l’indebitamento finanziario netto rettificato si riduce di 2.640 mln. L’indebitamento finanziario netto contabile e’ pari a 30.972 milioni di euro e diminuisce di 1.115 mln rispetto al 31 dicembre 2010 (32.087 mln). Il personale del gruppo al 31 marzo 2011 e’ pari a 84.144 unita’ di cui 58.026 in Italia.

Per quanto riguarda la business unit Domestic, i ricavi sono pari a 4.596 mln (-7,6% a/a)con una flessione in termini organici del 6,7%, l’Ebitda e’ pari a 2.236 mln (-8,8% a/a), l’Ebitda organico ammonta a 2.273 mln (-7,6% a/a), l’Ebit e’ di 1.222 mln (-10,5% a/a), gli investimenti industriali sono pari a 663 mln, con una riduzione di 89 mln euro rispetto al primo trimestre 2010. L’incidenza degli investimenti industriali sui ricavi e’ pari al 14,3% (15,1% nel primo trimestre 2010).

I ricavi del gruppo Tim Brasil sono pari a 3.752 mln (+13,8% a/a), le linee complessive sono pari a 52,8 milioni, in aumento del 24,7% rispetto al 31 marzo 2010, corrispondenti ad un market share sulle linee del 25,1%. L’Ebitda ammonta a 1.031 mln reais (+8,6% a/a), l’Ebit e’ di 418 mln reais con un miglioramento di 256 mln reais rispetto al primo trimestre 2010. Gli investimenti industriali ammontano a 297 mln reais con una riduzione di 392 mln reais rispetto al primo trimestre 2010.

Per quanto riguarda la business Unit Argentina, i ricavi sono pari a 4.134 mln pesos con un incremento di 883 mln pesos rispetto al primo trimestre 2010; le linee fisse in servizio (4,1 mln al 31 marzo 2011) registrano un lieve aumento rispetto al 31 dicembre 2010 (+0,1%); Il portafoglio clienti broadband complessivo di Telecom Argentina ha raggiunto 1.407.000 accessi con un incremento di 27.000 accessi rispetto a fine 2010 in crescita del 2,0%. L’Ebitda raggiunge i 1.410 mln pesos (+22,6% a/a), l’Ebit e’ pari a 684 mln pesos (-9,5% a/a), gli investimenti industriali ammontano a 502 mln pesos (-1,4% a/a).

I ricavi di Olivetti ammontano a 78 mln euro e registrano un aumento di 5 mln rispetto allo stesso periodo del 2010. L’Ebitda e’ negativo per 14 mln euro, in calo di 4 mln rispetto al 1* trim 2010. L’Ebit e’ negativo per 15 mln, in calo di 4 mln rispetto allo stesso periodo del 2010. Gli investimenti industriali ammontano a 2 mln, in aumento di 1 mln euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Per quanto riguarda l’andamento del gruppo Telecom I. per l’esercizio in corso, gli obiettivi legati ai principali indicatori economici, cosi’ come definiti dal Piano Industriale 2011-2013, prevedono per l’intero 2011, ricavi e Ebitda organici sostanzialmente stabili rispetto al 2010 (considerando la Business Unit Argentina consolidata per 12 mesi); Investimenti industriali pari a circa 4,8 mld euro e un indebitamento finanziario netto rettificato pari a circa 29,5 mld euro a fine 2011.

Il Cda ha approvato la migrazione delle azioni quotate della controllata Tim Participacoes al Novo Mercado, appena annunciata dalla societa’ brasiliana. Tale passaggio comportera’ la conversione delle azioni privilegiate della societa’ in ordinarie ad un rapporto di concambio proposto dal Board Tim Participacoes pari a 0,8406 azioni ordinarie per ogni azione privilegiata, determinato sulla base della media ponderata del rapporto tra i corsi delle due classi di azioni degli ultimi 60 giorni. Il Cda ha anche preso atto della nomina a presidente del Comitato per il controllo interno e per la corporate governance e del Comitato per le nomine e la remunerazione il consigliere Elio Cosimo Catania. Ha proceduto poi a confermare nella carica di dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili della Societa’ il Dottor Andrea Mangoni (Responsabile della Funzione Administration, Finance and Control & International Development), che ricopre questo ruolo dal dicembre 2009.

Infine il Consiglio ha approvato il progetto di scissione parziale di Matrix (societa’ controllata al 100%) mediante trasferimento a Telecom I. del ramo d’azienda “Market & Technology Captive”, che assicura la progettazione, lo sviluppo e l’erogazione dei prodotti web, dei servizi mail e broadband destinati ai clienti finali della stessa Telecom I.. L’operazione ha l’obiettivo di internalizzare a fini di efficienza gestionale una fase del processo produttivo, consentendo nel contempo alla controllata di focalizzarsi sul mercato terzi. Si prevede di completare l’operazione entro l’anno. com/lab

(END) Dow Jones Newswires

May 06, 2011 02:12 ET (06:12 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Srl.