Comunicazione

09 maggio 2011 | 14:04

PAR CONDICIO:ZACCARIA”RICORSO CONTRO DEVASTANTE PRESENZA PREMIER NEI TG”

PAR CONDICIO:ZACCARIA”RICORSO CONTRO DEVASTANTE PRESENZA PREMIER NEI TG”

ROMA (ITALPRESS) – “Berlusconi continua imperterrito Tg la sua campagna elettorale attraverso i Tg, nessun altro leader politico puo’ fare altrettanto: l’opposizione tutta intera ha un tempo che oscilla tra un quarto e un terzo del suo”. Lo afferma in una nota il deputato del Pd Roberto Zaccaria, coordinatore del gruppo di ascolto sul pluralismo televisivo.
“Abbiamo percio’ presentato un nuovo ricorso di tutte le opposizioni (firmato da Roberto Zaccaria, Roberto Rao, Antonio Di Pietro, Benedetto Della Vedova, Bruno Tabacci , Flavia Perina, Leoluca Orlando, Gennaro Migliore, Giuseppe Giulietti, Carlo Rognoni, Antonio Falomi), sulla sovraesposizione del Premier nelle giornate di giovedi’ 5, sabato 7 e domenica 8 maggio – aggiunge -.
Il ricorso chiede anche una valutazione specifica da parte dell’Agcom sulla configurabilita’ del sostegno privilegiato, operato dai TG del gruppo Mediaset, come previsto dall’articolo 7 della legge 215 del 2004 sul conflitto di interessi (c.d. legge Frattini). Chiediamo all’Autorita’ di non limitarsi in questi giorni finali della campagna elettorale ad un controllo solo settimanale, altrimenti Berlusconi potrebbe godere, di fatto, di una settimana franca, proprio a ridosso del voto”.
“L’Autorita’ dovra’ infine tener conto dei tempi che Berlusconi utilizza, a qualsiasi titolo, sia come presidente del Consiglio che come leader politico, sia come tempo di parola che come tempo di notizia. Per rendersi conto dello squilibrio, basta guardare i servizi della maggior parte dei TG”, spiega ancora Zaccaria, sottolineando che “anche nella giornata di ieri, 8 maggio, a sei giorni dal voto, ha avuto uno spazio enorme in Tv il comizio di Berlusconi a Olbia nel quale ha riproposto i soliti temi, triti e ritriti, di cui i TG amici continuano a dar conto come se fossero notizie. I dati rilevati dal nostro osservatorio sul pluralismo, che da domani prendera’ in considerazione anche le edizioni dei TG del mattino, sono come sempre impressionanti: tg1, tg2, tg4 e tg5, edizioni del pranzo e della sera di domenica 8 maggio, hanno dato il seguente tempo di parola e di notizia: Berlusconi 4 min e 47 sec/5 min e 28 sec, opposizione: Fini, 47 sec/31 secondi; Casini, 47 sec/23 sec; Di Pietro, 6 sec; Bersani, 13 sec/17 sec; Vendola, 27 sec/8 sec. In totale la maggioranza ha avuto il 75% mentre l’opposizione il 25%. Squilibrio colossale rispetto a tutti gli altri leader politici e squilibrio gravissimo della coppia Berlusconi-Moratti rispetto a tutti gli altri competitori milanesi a sindaco, in primis Pisapia e Palmieri”.
(ITALPRESS).
sat/com 09-Mag-11 14:59