New media, TLC

09 maggio 2011 | 16:46

RADIO SHERWOOD DA OGGI PASSA AL DIGITALE E WEB, ADDIO FM

RADIO SHERWOOD DA OGGI PASSA AL DIGITALE E WEB, ADDIO FM
PADOVA
(ANSA) – PADOVA, 9 MAG – E’ online il nuovo portale multimediale di Radio Sherwood (www.sherwood.it). Dopo 35 anni di trasmissioni su FM, la storica radio padovana, alle origini ‘voce’ dell’autonomia, passa da oggi ufficialmente al digitale e al web. “In questi 35 anni – ha spiegato Barbara Barbieri, responsabile del progetto Sherwood – non abbiamo mai smesso di sperimentare, di metterci continuamente in discussione, di cambiare, convinti che la comunicazione non fosse un terreno secondario ma centrale della nostra attività  politica e sociale. La nascita di questo sito e del passaggio della radio sul web è un altro passo di questa lunga storia, che fa i conti con quello che in questi ultimi anni siamo diventati”. “Continueremo – ha aggiunto – a essere una radio, in web, anche in streaming video, un potente strumento di comunicazione che abbiamo iniziato a sperimentare a partire dall’edizione 2010 del Festival e che abbiamo sfruttato per proporvi i live e gli incontri che proponiamo negli spazi sociali. La scelta quindi di investire risorse dal dispositivo radio FM verso la comunicazione online globale, non è semplicemente legata alla tendenza del momento. Le potenzialità  che oggi ci offre la rete e lo sviluppo sempre più veloce delle nuove tecnologie, che sta tutto dentro al mondo che viviamo fin a cambiare le nostre stesse abitudini, ci permette di lavorare su un progetto che non ha limiti, se non i nostri”. “La multimedialità  – ha concluso – è al centro del nostro progetto. Sarebbe sbagliato leggere come un “abbandono” di qualcosa, la dismissione di frequenze in etere, il passaggio che abbiamo deciso di compiere per rendere possibile lo sviluppo del web: non si abbandona nulla, se non la pigrizia che a volte rischia di assalire chiunque possa vantare una storia di 40 anni! La sperimentazione della piattaforma multimediale ci consente oggi una nuova nascita. Lo spirito invece è esattamente quello per cui, tanto tempo fa, a qualcuno venne in mente di accendere un trasmettitore e di mettersi a parlare dentro un microfono mentre la vita esplodeva sulle strade”. (ANSA).
NR/ S0B QBXB