ICT: POLITECNICO MILANO, +7% MERCATO DEL MOBILE INTERNET

ICT: POLITECNICO MILANO, +7% MERCATO DEL MOBILE INTERNET
(ASCA) – Milano, 10 mag – Balzo in avanti per il mercato del Mobile Internet. Secondo quanto emerge dai dati elaborati dall’Osservatorio Mobile Internet, Content & Apps della School of Management del Politecnico di Milano, nel 2010 il settore ha registrato una crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Una dinamica positiva, trainata dal forte incremento del Mobile Internet, vale a dire la connettivita’ da telefono cellulare/smartphone, dall’ulteriore riduzione dei Mobile Content & Apps a pagamento e infine dalla buona crescita del Mobile Advertising (la raccolta pubblicitaria specifica sul canale Mobile). E cosi’ il peso del volume d’affari del Mobile Internet sale al 48% (era il 32% due anni fa), avvicinandosi notevolmente al peso dei Mobile Content a pagamento, sceso al 49% (contro il 65% nel 2008). Di ”rivoluzione” parla Andrea Rangone, Responsabile Osservatori Ict del Politecnico di Milano, che osserva: ”Rivoluzionarie sono le peculiarita’ del mezzo che possono essere sfruttate: geo-localizzazione, ubiquita’, immediatezza d’uso, socialita’, interattivita’. Rivoluzionario e’ l’impatto che il Mobile avra’ sul comportamento del consumatore: che utilizza sempre di piu’ il telefono cellulare come canale preferenziale per accedere – sempre e ovunque – a qualsiasi contenuto e servizio digitale. E rivoluzionario e’ l’impatto che avra’ anche sulle imprese e sulle pubbliche amministrazioni: mettendo loro a disposizione un nuovo potente canale di gestione della relazione con i propri clienti/utenti”.
fcz/cam/alf

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci