New media, TLC

11 maggio 2011 | 15:40

ITALIA 150: SCUOLE NORD E SUD UNITE VIA WEB AL QUIRINALE

ITALIA 150: SCUOLE NORD E SUD UNITE VIA WEB AL QUIRINALE
NAPOLITANO PREMIA STUDENTI E NE APPREZZA L’ESEMPIO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 11 MAG – Davide, 11 anni, che assiste nella vita e negli studi un compagno di classe gravemente malato, Marina, 16 anni, diventata ‘maestro internazionale femminile’ di scacchi, Irene, 17 anni, ideatrice di un ingegnoso sistema di recupero energetico: sono alcuni dei nove Alfieri della Repubblica, ragazzi che si sono distinti per qualche merito, premiati oggi dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Hanno ricevuto una medaglia e una pergamena alla fine di una celebrazione al Quirinale dedicata al contributo della scuola per i 150 anni dell’unità  d’Italia. E il Capo dello Stato, nell’ascoltare le loro storie e nell’apprezzarne l’esempio ha allusivamente fatto notare che “l’Italia è fatta anche di queste storie, non di certe altre…”. Come il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, anche Giorgio Napolitano ha risposto alle domande degli studenti collegati via web da tre scuole del Nord (la primaria Ada Negri di Udine), del Centro (l’istituto comprensivo Annibale Olivieri di Pesaro) e del Sud Italia (la secondaria di primo grado Don Milani di Palermo). E se il Capo dello Stato nel rispondere a uno di questi quesiti ha auspicato un’Italia “dove la lotta politica non sia una guerra continua e ci sia rispetto tra le parti che fanno politica e che competono per la conquista della maggioranza alle elezioni”, la titolare del dicastero di viale Trastevere, sollecitata anche lei da un alunno, ha indicato tra i libri che meglio rappresentano l’Italia, Costituzione a parte, I Promessi Sposi, “sempre moderno nella sua semplicità ”. In una sala gremita di studenti, insegnanti ed esponenti politici, dopo l’apertura di rito affidata alle note dell’inno nazionale, ‘cantato’ anche con il linguaggio dei segni e accompagnato dallo sventolio di bandierine tricolori, sono stati presentati i due portali, uno della Rai e uno del Ministero, dedicati all’Unità  d’Italia. Un approdo al quale ha dato un contributo determinante la scuola che “ha consegnato al Paese una lingua unitaria, superando i dialetti” ha sottolineato il ministro Gelmini riepilogando le tante iniziative avviate in tutta Italia “con generosità  e impegno” in molti, moltissimi istituti, di ogni ordine e grado, per celebrare i 150 anni dell’unità , con un occhio attento al dialogo Nord-Sud del Paese e a un tema ricorrente come quello della legalità . (ANSA).
CLL/ S0A QBXB