GIUSTIZIA: PG MILANO RIAMMETTE TV E FOTOGRAFI FINO A 22/7

GIUSTIZIA: PG MILANO RIAMMETTE TV E FOTOGRAFI FINO A 22/7
RESTA RISCHIO REVOCA PERMESSI PER PROCESSI A BERLUSCONI
MILANO
(ANSA) – MILANO, 12 MAG – La Procura generale di Milano ha riammesso le telecamere delle televisioni e i fotografi nel Palazzo di Giustizia milanese. I cineoperatori e i fotoreporter potranno di nuovo entrare in Tribunale fino al 22 luglio prossimo, giorno in cui scadrà  la possibilità  di accedere e sarà  necessario un ulteriore rinnovo dei permessi. I permessi erano scaduti lo scorso 30 aprile e in questi giorni le tv non avevano potuto entrare a Palazzo, come era accaduto ieri per l’inizio del processo alle cosche della ‘ndrangheta. Il provvedimento di rinnovo dei permessi fino a luglio e’ stato preso dalla Procura generale dopo il parere della commissione manutenzione. Resta, però, il rischio che la Procura generale decida, come è successo nelle scorse settimane, di revocare i permessi di entrata per tv e fotografi nei giorni delle udienze a carico del premier Silvio Berlusconi. Per lunedì prossimo, infatti, è fissata un’udienza del processo Mills e da qui a fine luglio molti lunedì sono già  occupati per i 4 procedimenti a carico del presidente del Consiglio. Martedì 31 maggio, invece, riprenderà  il processo sul caso Ruby. (ANSA).
Y6N-BAB/KZT S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Liberare le frequenze sopra i 700 Mhz entro il 2020 dai segnali tv. Le mosse dell’Unione Europea per apire il mercato al 5G