Editoria

12 maggio 2011 | 14:06

Editoria/ Giovani e new media, banchieri e industriali a confronto

Editoria/ Giovani e new media,banchieri e industriali a confronto
Alla due giorni di Borgo la Bagnaia anche il ministro Tremonti

Roma, 12 mag. (TMNews) – Il nuovo ruolo dell’editore nell’epoca dell’Ipad, ma anche il valore dell’informazione di qualità  e l’autorevolezza degli storici marchi editoriali che l’accompagnano. Questi i temi principali della settima edizione di “Crescere tra le righe”. Una due giorni che l’Osservatorio permanente dei giovani editori dedica alla discussione e al confronto tra giovani, big dell’editoria e delle istituzioni a Borgo la Bagnaia. Un palco che quest’anno vedrà  anche una forte presenza del mondo bancario e della finanza nonchè di quello industriale a suggellare la crescente importanza che la comunicazione assume ora più che mai in un contesto dominato da giganti come Google, Facebook, Twitter e altri social network sempre più veicoli vorticosi di notizie con cui i media tradizionali devono confrontarsi per cercare alternative. A chiudere i lavori, che prenderanno il via domani, un ministro ‘di peso’: il titolare dell’Economia, Giulio Tremonti che incontrerà  gli studenti su un tema impegnativo: “Un paese che vuol riprendere a crescere, diario di un ministro”.Nutrita anche la platea dei big dell’editoria. A discutere di media saranno da Piergaetano Marchetti ad Antonello Perricone, presidente e ad di Rcs MediaGroup, da Donatella Treu amministratore delegato del Sole24Ore ad Andrea Riffeser Monti, ad di Poligrafici editoriale. A Borgo la Bagnaia anche James Murdoch, figlio di Rupert, presidente e amministratore delegato di News Corporation International che conta, tra gli altri mezzi, giornali come il Wall Street Journal e il Times e tv come Fox negli Usa e Sky in Italia e Jeff Bewkes, numero uno di Time Warner, il colosso che controlla la Cnn. A trattare il tema della libertà  di stampa e del ruolo dell’informazione nella democrazia, sarà  Marcus Brauchli, il direttore del Washington Post. Tra gli osptiti del mondo bancario e industriale il primo ad affrontare la platea dei ragazzi dell’Osservatorio sarà  Corrado Passera, ad di Intesa Sanpaolo che discuterà  di occupazione e giovani. Poi sarà  la volta di banchieri come Giuseppe Mussari presidente di Mps e dell’Abi e Fabrizio Palenzona, vice presidente di Unicredit che insieme a Fedele Confalonieri presidente Mediaset, parleranno del ruolo dei media tra società  e istituzioni. L’imprenditore marchigiano Diego Della Valle, presidente della Tod’s parlerà  della possibilità  di essere “Italiani e globali”, mentre John Elkann, presidente Fiat e della stampa discuterà  di carta stampata e informazione 2.0. Quattro in sostanza le grandi sessioni in cui si divideranno i lavori del convegno che quest’anno coincide con il decimo anniversario dell’Osservatorio: condizione giovanile, rapporto giovani e informazione, libertà  di stampa e innovazioni tecnologiche.

Rbr

121454 mag 11