Editoria

12 maggio 2011 | 14:23

ANSA/ EDITORIA: APRE BAGNAIA, NUOVA PRIMAVERA CON MERITOCRAZIA

ANSA/ EDITORIA: APRE BAGNAIA, NUOVA PRIMAVERA CON MERITOCRAZIA
DOMANI AL VIA CONVEGNO CON MINISTRI, BIG STRANIERI,MONDO FINANZA
ROMA
(di Michele Cassano) (ANSA) – ROMA, 12 MAG – Più meritocrazia e facce nuove per una nuova primavera italiana. E’ quanto chiede l’Osservatorio Giovani-Editori nella settima edizione di ‘Crescere tra le righe’, in programma domani e dopodomani a Bagnaia, sulle colline senesi. Un convegno che avrà  al centro il tema della crescita dei media italiani, ma anche, più in generale, quelli della libertà  di stampa e dell’innovazione. Temi che vedranno confrontarsi ospiti internazionali come il responsabile di News corporation, James Murdoch (figlio del magnate australiano Rupert), l’ad di Time Warner, Jeff Bewkes, e il direttore del Washington Post, Marcus Brauchli. In scena anche il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, che chiuderà  la due giorni, mentre il ministro degli Esteri, Franco Frattini, parlerà  del ‘mondo che accelera’ in un incontro con gli studenti. “Per l’editoria è venuta l’ora di guardare al futuro, smettendola di piangersi addosso”, ha detto Andrea Ceccherini, presidente dell’Osservatorio permanente Giovani-editori, presentando il convegno. “C’é una terza via possibile tra rottamazione e conservazione – ha aggiunto -: è la via della meritocrazia”. Ceccherini ha spiegato che gli interventi di Bewkes e Murdoch hanno proprio lo scopo di “contribuire al cambiamento, dedicando più spazio alle visioni innovative”. L’altro modo per tentare di svecchiare il sistema è – secondo Ceccherini – “rendere i giovani che parteciperanno al convegno gli assoluti protagonisti del confronto”. E sono diversi gli incontri con gli studenti in programma. Quello della presidente del Pd Rosy Bindi, che si occuperà  del ruolo delle donne, e quello del sindaco di Firenze Matteo Renzi, che affronterà  il tema ‘cittadinanza e digitale’. Delle novità  nel rapporto tra giovani e informazione parlerà  il direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, presente con i direttori di diverse testate quotidiane, televisive e periodiche. I vertici delle aziende editoriali sono stati chiamati a confrontarsi sul ruolo dell’editore al tempo dell’Ipad, oltre che sul rapporto tra istituzioni e media. Al rapporto tra carta stampata e ‘informazione 2.0′ è invece dedicato l’incontro con John Elkann, presidente de La Stampa, mentre sui temi della globalizzazione è centrato il colloquio con Diego Della Valle, presidente di Tod’s. Il mondo della finanza vedrà  in scena banchieri quali Corrado Passera, Federico Ghizzoni e Giuseppe Mussari. La due giorni di Bagnaia segna anche il decimo anniversario dell’attività  dell’Osservatorio e sarà  un’occasione per tracciare un bilancio anche dell’iniziativa ‘Quotidiano in classe’, finalizzata a educare le nuove generazioni all’informazione. Gli insegnanti coinvolti erano poco più di 2000 nel 2000-2001 e sono ora quasi 45 mila; gli studenti erano 97mila all’inizio dell’esperienza, oggi sono un milione e 800mila. L’Osservatorio ha inoltre deciso di conferire il suo Premio 2011 ad Andrea Bocelli, che durante la serata d’onore di venerdì sarà  impegnato in una breve esibizione. (ANSA).
CAS/ S0A QBXB