Televisione

12 maggio 2011 | 17:07

CALCIO: DIRITTI TV. BIG A ALTA CORTE, INIBIRE DELIBERA

CALCIO: DIRITTI TV. BIG A ALTA CORTE, INIBIRE DELIBERA
(AGI/ITALPRESS) – Roma, 12 mag. – Continua la battaglia tra le 5 grandi e le 15 medio-piccole in merito alla ripartizione del 25% dei diritti tv, in base al criterio dei bacini d’utenza. Dopo il Consiglio di Lega che ieri ha dato attuazione alla delibera dell’assemblea per l’assegnazione a tre agenzie demoscopiche delle indagini per la definizione dei bacini d’utenza, la difesa delle 5 grandi si e’ rivolta ancora all’Alta Corte di Giustizia, chiedendo tra le altre cose di sospendere l’efficacia della delibera e di inibire qualsiasi atto esecutivo della stessa. “La difesa delle societa’ Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma ha depositato in data odierna – si legge sul sito del Coni – i motivi aggiunti al ricorso ex art. 3, comma 1, lett. c) del Codice dell’Alta Corte, presentato il 9 maggio dalle suddette societa’ nei confronti della Lega Nazionale Professionisti Serie A, di tutte le altre societa’ di Serie A e della Figc. Nell’atto depositato in data odierna la difesa chiede all’Alta Corte, ad integrazione del provvedimento cautelare gia’ emesso, di sospendere in via cautelare con decreto presidenziale, emesso inaudita altera parte o, in subordine, con ordinanza collegiale, l’efficacia della delibera dell’Assemblea della LNP Serie A del 15 aprile 2011 e/o comunque l’efficacia della deliberazione consiliare dell’11 maggio 2011 che da essa deriva e consegue; di inibire qualsiasi atto esecutivo della stessa e, altresi’, l’adozione di ogni altra delibera assembleare o consiliare che abbia oggetto identico o analogo a quella del 15 aprile 2011; di adottare ogni altro provvedimento idoneo ad assicurare l’effettivita’ del provvedimento gia’ adottato e dei provvedimenti adottandi a tutela delle societa’ ricorrenti e a salvaguardia dei diritti della minoranza”. (AGI)