Comunicazione

13 maggio 2011 | 13:35

AMMINISTRATIVE: AGCOM, SANZIONI AL TG4 E A SKY

AMMINISTRATIVE: AGCOM, SANZIONI AL TG4 E A SKY
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 MAG – Un sanzione da 100 mila euro al Tg4 e una sanzione dello stesso importo a Sky, per “inadeguata osservanza degli ordini impartiti” martedì scorso in materia di par condicio: sono le decisioni adottate oggi dalla commissione Servizi e Prodotti dell’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni, che ha esaminato i dati del monitoraggio delle giornate di mercoledì 11 e giovedì 12 maggio e gli esposti pervenuti. (segue).
MAJ/ S0A QBXB

AMMINISTRATIVE: AGCOM, SANZIONI AL TG4 E A SKY (2)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 MAG – “In esito all’attento esame delle trasmissioni, la Commissione – spiega una nota dell’organismo di garanzia – ha irrogato una sanzione di 100 mila euro al Tg4 e una sanzione dello stesso importo a Sky, per inadeguata osservanza degli ordini impartiti martedì scorso”. L’Autorità  “proseguirà  a vigilare con particolare attenzione, in queste ultime giornate, sul rigoroso rispetto di tutte le disposizioni da osservare nel periodo elettorale e, in caso di violazione, adotterà  le sanzioni previste dalla legge. In proposito – si legge ancora nella nota – l’Autorità  ricorda anche che, in relazione alle elezioni provinciali e comunali previste per le giornate di domenica 15 e lunedì 16 maggio, l’inizio del periodo di silenzio elettorale è fissato a decorrere dalle ore 24 di oggi venerdì 13 maggio e si concluderà  alle ore 15 del 16 maggio. Il divieto di propaganda diretta e indiretta riguarda anche le emittenti radiotelevisive e si estende alla riproposizione delle posizioni politiche espresse nei giorni precedenti il divieto”. L’Autorità  ricorda altresì che, “ai sensi dell’articolo 1 della legge 515/93, la presenza di membri del governo, candidati, esponenti di partito e di movimenti politici, fino alla chiusura delle operazioni di voto (quindi fino alle ore 15 del 16 maggio) può avvenire solo nelle trasmissioni informative riconducibili alla responsabilità  di una specifica testata giornalistica e deve essere limitata esclusivamente all’esigenza di assicurare la completezza e l’imparzialità  dell’informazione. La presenza è vietata in tutte le altre trasmissioni”. A quanto si apprende, le decisioni sono passate con quattro voti a favore (quelli del presidente Corrado Calabrò e dei commissari Michele Lauria, Gianluigi Magri e Sebastiano Sortino). Il commissario Antonio Martusciello ha invece votato contro la sanzione al Tg4, mentre si è astenuto sulla multa a Sky. (ANSA).
MAJ/ S0A QBXB