Televisione

16 maggio 2011 | 15:27

TV: O.ROMANO;BERNABEI, SE BUONA PUO’SALVARCI DA TORRE BABELE

TV: O.ROMANO;BERNABEI, SE BUONA PUO’SALVARCI DA TORRE BABELE
CITTA’ DEL VATICANO
(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 16 MAG – In quest’epoca di disorientamento culturale, “anche nei Paesi occidentali la felicità  è merce rara. Eppure da trent’anni la televisione consumistica e relativista continua a ripetere che la felicità  é alla portata di tutti e chi ‘vuol esser lieto sia’, perché un domani migliore è assicurato dalla tecnica e dalla scienza”. E’ un passaggio dell’intervento che Ettore Bernabei, tiene oggi alla Pontificia Università  Lateranense nel corso di un incontro a lui dedicato, in occasione dei suoi 90 anni. Il testo dell’intervento è pubblicato dall’Osservatore Romano. Per quasi 15 anni direttore generale della Rai, fondatore della casa di produzione Lux Vide, di cui oggi è presidente onorario, Bernabei è uno di quei personaggi che ha fatto la tv italiana. E la sua convinzione è che la tv abbia ancora un ruolo importante come “buona maestra”, per diffondere messaggi positivi, a cominciare da quello del Papa, e per formare, e in questo campo i cattolici possono avere un ruolo centrale. “A mio parere – sostiene Bernabei – soltanto la televisione, diventata ‘buona maestra’, potrà  cancellare nel mondo i ‘luna park virtuali’ dell’egoismo, presentati dalla tv ‘cattiva maestra’: dopo significativi e positivi esperimenti in controtendenza, oggi si può ragionevolmente sperare che la tv incominci a proporre ogni giorno nuovi focolari domestici”. “I cattolici – sottolinea ancora Bernabei – devono dedicarsi da subito alla formazione di una futura classe dirigente, incominciando a selezionare e preparare giovani studenti che siano disposti a impegnarsi professionalmente per evitare l’auto distruzione dell’umanità  in un’apocalittica torre di Babele, anche se altamente tecnologizzata”.(ANSA).
BOS/ S0A QBXB