New media, TLC

17 maggio 2011 | 14:41

TLC: ROMANI, TAVOLO NUOVE RETI IN QUALCHE SETTIMANA

TLC: ROMANI, TAVOLO NUOVE RETI IN QUALCHE SETTIMANA
MINISTRO A PRESENTAZIONE LIBRO FOTOGRAFICO ANSA-VODAFONE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 17 MAG – Il tavolo Romani sulle reti di nuova generazione potrebbe arrivare al risultato “entro qualche settimana”. A dettare la tempistica del gruppo di lavoro che raccoglie i maggiori operatori di tlc è stato il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, che ha partecipato alla presentazione del volume “1000 Comuni d’Italia in rete: i primi cento”, realizzato da Vodafone e Ansa per raccontare i primi 100 comuni raggiunti dalla banda larga di Vodafone. Il ministro ha anche colto l’occasione per ricordare che i cittadini in digital divide, quindi non connessi alla rete Internet, “sono scesi da 7,8 a circa 5 milioni”. “Non credo – ha proseguito – che ci siano aree a fallimento di mercato: là  dove c’é la domanda c’é anche l’offerta”. I lavori del tavolo, ha confermato l’ad di Vodafone, Paolo Bertoluzzo, stanno registrando “passi avanti concreti”, anche se “il tema è complessissimo”. In questo momento, in particolare, si sta facendo “un lavoro di buona qualità  per passare da un discorso un po’ ideologico a un vero e proprio business plan”, ma “é un percorso che richiede tempo”. Nel frattempo, Vodafone va avanti con il progetto ideato per portare Internet in mille comuni d’Italia che erano finora esclusi dalla rete e, per raccontare quest’avventura, ha realizzato, insieme all’Ansa, un libro fotografico sui primi cento comuni già  raggiunti. “E’ il nostro contributo concreto al Paese per superare il divario digitale in Italia – ha detto Bertoluzzo nel corso della presentazione – e crediamo che avrà  un forte impatto positivo sulla vita delle comunità  locali e sullo sviluppo dell’intero sistema”. “Abbiamo accettato di partecipare a questa iniziativa – ha spiegato il direttore dell’Ansa, Luigi Contu – perché il ruolo della nostra agenzia é quello di raccontare: e questo era un modo per raccontare l’Italia attraverso le fotografie, è stato affascinante”. “Le immagini – ha commentato il presidente del Senato, Renato Schifani – rimandano a un’Italia straordinaria, poliedrica e multiforme, un’Italia operosa e a volte in parte sconosciuta persino ai suoi abitanti”. E’ vero, ha proseguito, che “molta strada è stata percorsa, ma molta resta ancora da fare”, sia sulle infrastrutture materiali che immateriali, come, per l’appunto, Internet. Perché, come ha spiegato il direttore centrale dell’Istat, Giovanni Barbieri, “considerando la percentuale di famiglie con almeno un componente tra i 16 e i 64 anni con un accesso a Internet da casa l’Italia si colloca al ventesimo posto, con un tasso di penetrazione del 59% (la media europea è del 70%)”. (ANSA).
FP/ S0A QBXB