da inviato della ‘Gazzetta dello Sport’ a vice direttore di ‘Gq’

Più precoce di così non è umanamente possibile. Carlo Annese ha solo quindici anni quando comincia a bazzicare le redazioni delle televisioni private brindisine in cerca di un futuro come giornalista. Nato nel capoluogo pugliese 46 anni fa, Annese ha bruciato presto le tappe. A diciannove anni, infatti, viene assunto come praticante al Quotidiano di Brindisi, Lecce e Taranto occupandosi di cronaca. Nel 1988 cambia regione e diventa vice caposervizio alla Gazzetta di Prato. L’anno dopo, il salto alla Gazzetta dello Sport, prima nella redazione romana e due anni più tardi in quella centrale a Milano, dove si occupa di sport olimpici. Segue come inviato quattro edizioni dei Giochi e innumerevoli campionati mondiali ed europei, e nel 2005 diventa uno dei capi desk del settore.
L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 417 – maggio 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il dl dignità diventa legge. Via libera dal Senato con 155 sì

Bonisoli: Cinecittà e Rai collaborino di più. Calo di spettatori nelle sale? Serve soluzione italiana

Cda Rai, Rousseau sceglie Coletti e Cellini come candidati M5S – CHI SONO