Occhio, c’è quella iena della Meli!

L’11 agosto compie cinquanta primavere, che addosso a lei sembrano un bel vestito. È una dei giornalisti che scrivono di politica più accreditati, una all’antica, che non molla mai l’osso.
Quando si presentò nell’atelier di Niki Berlinguer in via Frattina, un po’ le tremava la penna. Era il primo servizio che le veniva assegnato, doveva intervistare un’artista molto in voga, seconda moglie del padre di Enrico Berlinguer, ma soprattutto nonna, o meglio ‘nonnastra’, di Maria e Bianca, figlie di Enrico. Embè? Embè un corno: Maria era già  allora la migliore amica dell’apprendista giornalista, la quale al solo pensiero di sfruttare un rapporto di amicizia provava imbarazzo. Provò a scrollarselo di dosso, questo imbarazzo, la giovanissima Maria Teresa Meli, appena diciannovenne, bionda e luminosa come il sole, che faceva venire il torcicollo ai passanti. E pian piano ci riuscì.
L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 417 – maggio 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale