Comunicazione

20 maggio 2011 | 14:15

GIOCHI: ON LINE; RACCOLTA PRIMO QUADRIMESTRE IN CALO (-6,3%)

GIOCHI: ON LINE; RACCOLTA PRIMO QUADRIMESTRE IN CALO (-6,3%)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 20 MAG – Racconta in calo per i giochi pubblici on line: ad aprile gli italiani hanno puntato via web complessivamente circa 377 milioni di euro, in calo del 14,3% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Il primo quadrimestre, secondo i dati forniti dai Monopoli di Stato (Aams) si è chiuso con una raccolta di 1,66 mld di euro con un calo del 6,3%. La media giornaliera di raccolta nel mese di aprile è stata di 12,6 milioni di euro. Le scommesse sportive sono in netta diminuzione rispetto ad aprile 2010 (-23,8%). La quota di scommesse sportive giocate on line rispetto a quelle giocate “a terra” scende, ad aprile, al 29,4%. La raccolta di giochi di abilità  si assesta a 241 milioni di euro, con una media giornaliera di 8,0 milioni di euro, in diminuzione rispetto al mese precedente. Passando ai restanti giochi a distanza, la raccolta dei concorsi pronostici e dei giochi “Big” resta in calo rispetto agli anni passati (221.367 euro, -19,6% rispetto ad aprile 2010). La raccolta on line dell’ippica nazionale, internazionale e V7 in diminuzione (2.142.702 euro, -8,0% rispetto ad aprile 2010). La raccolta di “Gratta e vinci” prosegue nel suo calo sensibile (3.429.696 euro, -39,8% rispetto ad aprile 2010). La raccolta delle scommesse ippiche resta sotto i cinque milioni, in forte diminuzione nel confronto annuale (4.453.421 euro, -29,8% rispetto ad aprile dello scorso anno). La raccolta on line del gioco del “Superenalotto”, del “Superstar” e del “Win for life” è stazionaria rispetto ai valori del 2011, in calo sul 2010 (1.372.232 euro, -28,0% rispetto ad aprile 2010). La raccolta del “Win for life” è stata di 577.332 euro; quella “Superenalotto” e “Superstar” di 794.900 euro. Infine, il bingo on line resta nettamente in crescita nel confronto annuale (17.562.500 euro +68,3% rispetto ad aprile 2010), che ne consolida il terzo posto tra le categorie di giochi a distanza più popolari in termini di raccolta. In generale, come si è anche visto nella precedente ancora una volta, si conferma l’orientamento delle preferenze del pubblico sulle due categorie più popolari (giochi di abilità  e scommesse sportive), che insieme rappresentano, nel mese di aprile, ben il 92,3% della raccolta a distanza (aggiungendo il bingo si arriva al 96,9%) e che meglio si prestano alla fruizione “on line”. Per le restanti categorie, continua a prevalere invece l’abitudine alla fruizione “fisica”. Mese dopo mese, il bingo si sta ritagliando una fetta di giocatori online in una fase di crescita anche del gioco in sala. (ANSA).
VN/ S0A QBXB