AMMINISTRATIVE: AGCOM; META, MULTE TG DA CONFLITTO INTERESSE

AMMINISTRATIVE: AGCOM; META, MULTE TG DA CONFLITTO INTERESSE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 23 MAG – “Non c’é da meravigliarsi se un’autorità  garante esercita le proprie funzioni e prerogative nel tentativo di ristabilire le regole, più volte calpestate dai telegiornali più visti. Si tratta di principi sul pluralismo, obiettività  e trasparenza dell’informazione radiotelevisiva condivisi da tutti e che non rientrano nelle disponibilità  del Presidente del Consiglio. Appare quindi stonato e maldestro il tentativo di prendersela con l’Agcom quando l’anomalia irrisolta del sistema radiotelevisivo italiano dipende dal conflitto di interessi del Premier che sta danneggiando da anni la Rai e la qualità  dell’offerta televisiva nel nostro Paese”. Lo afferma il deputato e capogruppo del Pd in commissione Telecomunicazioni alla Camera, Michele Meta, commentando le polemiche di esponenti della maggioranza nei confronti delle sanzioni decise dall’Agcom nei confronti di Tg, Tg2, Tg5, Tg4 e Studio Aperto.(ANSA).
STF/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi