Televisione

27 maggio 2011 | 15:53

AGCOM: PARDI (IDV), COMMISSARI E PDL FANNO GIOCO TRE CARTE

AGCOM: PARDI (IDV), COMMISSARI E PDL FANNO GIOCO TRE CARTE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 27 MAG – “E’ evidente che la richiesta di un’istruttoria sull’intervento di Adriano Celentano ad ‘Annozero’ da parte degli esponenti berlusconiani dell’Agcom serve a fare da cassa di risonanza ai ridicoli esposti del Pdl. La smettano di fare il gioco delle tre carte perché non sono credibili: i cittadini sanno che l’unica anomalia è il conflitto di interessi e l’invadenza mass mediatica del premier”. Lo afferma il senatore Pancho Pardi, capogruppo dell’Italia dei Valori in Commissione di Vigilanza. “I quattro ‘Cavalieri dell’Apocalissé dell’Agcom e i ‘vigilantes’ del Pdl – prosegue il parlamentare – vogliono colpire il principio del pluralismo, sacrosanto in una democrazia: il centrodestra se ne faccia una ragione, non riusciranno a ridurre al silenzio le voci scomode e a cancellare il diritto dei cittadini di avere accesso ad un’informazione libera. Una riforma dell’Autorità  è per questo doverosa, i partiti non possono usarla come randello contro gli opponenti. “Anche un ragazzino delle elementari – conclude Pardi – capisce che Celentano è intervenuto in un dibattito pubblico, dove ciascuno ha detto la sua, e che il Tg3 ha ospitato interviste singole a Bersani, La Russa, Casini e per ultimo anche a Di Pietro: per questo, le invettive del centrodestra sono patetiche. Comprendiamo le difficoltà  di chi sta affondando insieme al Caimano, ma purtroppo per loro non gli resta che ingoiare il rospo: c’é vita oltre Silvio”. (ANSA).
CAS/ S0A QBXB