Televisione

30 maggio 2011 | 16:40

RAI:INTERVISTE;PM, NO SEQUESTRO VIDEO E APPUNTI CRONISTI

RAI:INTERVISTE;PM, NO SEQUESTRO VIDEO E APPUNTI CRONISTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 MAG – La Procura di Roma ha espresso parere negativo sulla richiesta da parte dei Radicali di sequestro di “videocassette o file originali dei messaggi trasmessi dai notiziari compresi eventuali appunti che ne hanno accompagnato il recapito” alle redazioni dei Tg. I magistrati inoltre hanno negato il sequestro “di ordini di servizio per i giornalisti che hanno effettuato le pseudo interviste -si legge nella denuncia dei Radicali – oltre agli appunti e ai fogli di lavoro delle riunioni di redazione dei telegiornali”. I pm di piazzale Clodio ritengono, infatti, che il reato d’abuso di ufficio nel caso specifico “non appare sussistere in tutti i suoi elementi”. (ANSA).
Y13-TZ/ S0A QBXB
RAI:INTERVISTE;PM, NO SEQUESTRO VIDEO E APPUNTI CRONISTI (2)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 MAG – La Procura di Roma definisce “un atto dovuto” l’iscrizione del presidente del Consiglio e dei Tg di Rai Uno e Rai Due. I magistrati hanno proceduto per il reato di abuso di ufficio e non per quello di concussione che era stato invece evocato dai radicale nella loro denuncia. Emma Bonino e Marco Cappato scrivono nel documento che “se fosse stato Berlusconi a pretendere dai direttori dei telegiornali, mediante costringimento o induzione determinato dalla sua qualità , la contestuale messa in onda di questi spot, non ci sarebbe nulla di diverso – per la struttura della condotta, le qualità  soggettive dei protagonisti e le evidenti utilità  di cui ha beneficiato il presidente del Partito del Popolo delle Libertà - dalla concussione”.(ANSA).
Y13-TZ/ S0A QBXB