TLC

31 maggio 2011 | 9:58

France Telecom: punta per 2013 a stabilizzare Ebitda sopra livello 2011

PARIGI (MF-DJ)–France Telecom sta considerando la vendita delle quote di minoranza in asset in cui non ha alcun ruolo operazionale e mira a realizzare un risparmio lordo di almeno 3 mld euro entro il 2015, cercando di spianare la via del ritorno verso una crescita sostenibile nel settore delle telecomunicazioni. La societa’ punta per il 2013 a stabilizzare Ebitda sopra il livello del 2011. Tali obiettivi rientrano nei target finanziari e strategici previsti dal piano quinquennale della societa’. Nella prima fase del piano, prevista fra il 2011 e il 2012, France telecom conta di investire pesantemente nelle sue reti e di stabilizzare l’utile prima di interessi, tasse, ammortamenti e accantonamenti, o Ebitda, mediante il taglio dei costi e un miglioramento del commercio interno. Fra il 2011 e il 2013, il colosso delle telecomunicazioni conta di investire circa 18,5 mld euro nel migliorare ed estendere le proprie reti in tutto il mondo. Nella seconda fase, prevista fra il 2014 e il 2015, France Telecom spera di trarre vantaggio dagli investimenti e dal taglio dei costi effettuati negli anni precedenti al fine di raggiungere un tasso di crescita annuale composto del 2,7% per le entrate e del 3,4% per Ebitda. Per quanto riguarda la revisione degli asset lanciata ultimamente dalla societa’, France Telecom ha riferito che a lungo termine, non vuole tenere le quote di minoranza negli asset in cui non ha alcun ruolo operazionale.