INTERNET: IPV6 DAY;’FESTA’ NUOVI INDIRIZZI, ITALIA SI ADEGUA

INTERNET: IPV6 DAY;’FESTA’ NUOVI INDIRIZZI, ITALIA SI ADEGUA
PRIMO TEST MONDIALE DELLA NUOVA VERSIONE DEL PROTOCOLLO DI RETE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 8 GIU – Anche in Italia ci si inizia ad adeguare al nuovo protocollo internet IPv6 che andrà  a sostituire quello vecchio IPv4, il cui numero di indirizzi di siti disponibili è ormai esaurito. Lo afferma Marco Sommani del Cnr di Pisa, presidente dell’IPv6 Forum Italia, nel giorno in cui il mondo celebra l”Ipv6 Day’ per sensibilizzare su questo argomento. “Finalmente anche i provider italiani hanno preso coscienza di ciò che devono fare – spiega Sommani -. Siamo ancora indietro nella pratica, ma il cambiamento di atteggiamento è importante”. In occasione della giornata i colossi mondiali di Internet, da Google a Facebook, stanno fornendo i loro contenuti con entrambi i protocolli, soprattutto per sensibilizzare chi si deve adeguare sul tema. La disponibilità  dei vecchi indirizzi numerici a 9 cifre dovrebbero terminare entro il 2011, mentre con il nuovo protocollo a 24 fra cifre e lettere, che permette combinazioni praticamente infinite, ancora stenta a decollare in molti paesi tra cui il nostro. Entro qualche anno potrebbero esserci le prime difficoltà  per chi non si adegua: “I due protocolli marceranno insieme ancora per molti anni – rassicura Sommani – potrebbe succedere però che vengano sviluppate delle nuove applicazioni basate solo sull’IPv6, ad esempio per i grandi giochi in rete, che ovviamente sarebbero precluse a chi ha abilitata solo la vecchia versione”. Per chi vuole capire se il proprio computer “parla già  la nuova lingua” in rete sono disponibili alcuni test, come quello della Internet Society all’indirizzo http://test-ipv6.com/. Windows Vista e Windows 7, così come le ultime versioni dei sistemi operativi Apple, hanno l’Ipv6 già  abilitato ‘di fabbrica’, mentre su Windows XP è necessario attivarlo con una semplice procedura. (ANSA).
Y91-VC/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci