Editoria

08 giugno 2011 | 15:56

EDITORIA: AL VIA WAN-IFRA, TRA STAMPA E SFIDA DIGITALE

EDITORIA: AL VIA WAN-IFRA, TRA STAMPA E SFIDA DIGITALE
DA DOMANI A FIRENZE LA DUE GIORNI DELL’INDUSTRIA DI SETTORE
FIRENZE
(ANSA) – FIRENZE, 8 GIU – Al via da domani la due giorni della Conferenza internazionale per l’industria dell’editoria e della stampa quotidiana, promossa da Wan-Ifra, l’Associazione Mondiale degli Editori e della Stampa quotidiana, da Fieg, Federazione Italiana Editori Giornali, e da Asig, Associazione Stampatori Italiana Giornali. L’iniziativa si svolgerà  al Convitto della Calza di Firenze e sono già  oltre 240 i partecipanti registrati per il più importante appuntamento annuo dedicato nel nostro Paese all’industria dei quotidiani. L’edizione di quest’anno ha come titolo “Il futuro da costruire”: un futuro che vedrà  sempre nuovi prodotti e servizi dedicati ad una generazione di “nativi digitali”, per i quali il web e la comunicazione mobile sono la porta privilegiata di accesso all’informazione; ma, anche, un futuro nel quale il prodotto tradizionale cartaceo manterrà  per molto tempo ancora un ruolo centrale nelle strategie delle imprese editoriali. Nei due giorni della manifestazione si alterneranno esperienze e testimonianze, dall’Italia e dall’estero, di un settore industriale che da una parte cerca di ottimizzare l’efficienza dei processi produttivi consolidati, come la produzione, la logistica, la pubblicità , e dall’altra guarda ai nuovi mercati ed alle nuove modalità  di fruizione dell’informazione, con l’obiettivo di allargare la base dei propri clienti anche a chi si trova più a suo agio con lo schermo di uno smartphone che con le pagine di un quotidiano. Il via ai lavori domani pomeriggio con l’apertura affidata a Giulio dalla Chiesa, presidente Asig, e a Fabrizio Carotti, direttore generale Fieg. Previsto inoltre, nel corso della giornata, un saluto del sindaco di Firenze Matteo Renzi. La prima sessione dei lavori è dedicata alla “produzione snella”, termine che, applicato alla stampa dei giornali, indica le strategie per riorganizzare la produzione degli stabilimenti in presenza di ridotti volumi di copie e di una maggior quantità  di prodotti da realizzare durante il giorno sugli stessi impianti che di notte stampano i quotidiani. In programma anche la presentazione del “Libro Bianco sugli stabilimenti di stampa dei quotidiani in Italia”. La seconda giornata dei lavori, venerdì 10 giugno, è invece dedicata ai tempi più propriamente editoriali. Il presidente Fieg Carlo Malinconico introdurrà  il tema della prima delle due sessioni in programma: quali prodotti per i “nativi digitali”, i lettori del 21 secolo? La tavola rotonda conclusiva sarà  animata da alcuni tra i giornalisti italiani più impegnati nella realizzazione di prodotti e servizi digitali. La pubblicità  sarà  la protagonista della seconda sessione. Michele Muzii, presidente della Fcp, la Federazione delle Concessionarie di pubblicità , coordinerà  una tavola rotonda alla quale interverranno i vertici delle più importanti società  italiane che raccolgono pubblicità  per conto dei giornali quotidiani. I lavori saranno chiusi dal Vicepresidente di Asig, Alberto Borgarelli. (ANSA).
COM-FBB/ S0A QBXB