Televisione

09 giugno 2011 | 11:19

TV: DOCUMENTARIO ITALIANO VINCE PREMIO A SHANGHAI FESTIVAL

TV: DOCUMENTARIO ITALIANO VINCE PREMIO A SHANGHAI FESTIVAL
SHANGHAI
(ANSA) – SHANGHAI, 09 GIU – Michela Occhipinti ha vinto il premio Magnolia d’argento nella sezione documentari sociali con il suo lavoro ‘Lettere dal deserto’ nell’ambito dello Shanghai Television Festival di Shanghai, terminato oggi. “E’ stata un’esperienza incredibile, unica e bellissima – ha detto la Occhipinti all’ANSA -, non mi aspettavo di vincere. Tornare in Cina è stato fantastico, ma tornare in questo modo lo è stato ancor di più. La mia famiglia ha forti legami con questo paese, io stessa ci ho vissuto, mio padre è stato vice console a Hong Kong e mio nonno ambasciatore a Pechino all’epoca di Mao”. Lo Shanghai Television Festival si tiene ogni anno nel mese di giugno sotto la supervisione della municipalità  di Shanghai ed è considerato uno degli appuntamenti più importanti del settore in area asiatica. Anche quest’anno la partecipazione italiana al mercato televisivo è stata organizzata dall’Ice in collaborazione con la Regione Lazio e il nostro paese è stato l’unico ad avere un padiglione nazionale. Nel corso dei tre giorni sono stati organizzati incontri business to business tra le aziende italiane partecipanti e aziende cinesi. “Ancora una volta – dice all’ANSA il console generale di Shanghai Vincenzo De Luca – il nostro paese si presenta alla Cina nel migliore dei modi. Le aziende che hanno partecipato a questo festival hanno riscontrato forte interesse per i loro prodotti nel mercato cinese. E’ il sistema Italia che vince in tutti i campi nei quali si presenta”. Anche lo scorso anno l’Italia portò a casa un premio. Nella sezione Film per la televisione vinse infatti il premio Magnolia d’argento ‘C’era una volta la città  dei mattì di Marco Turco. Nell’edizione dello scorso anno erano presenti circa 120 emittenti televisive, società  di produzione e distributori e visitarono l’evento (tra operatori del settore e gente comune) circa 8.000 persone. (ANSA).
Y1K/ S0B QBXB