Televisione

10 giugno 2011 | 9:46

RAI: ZAVOLI, INACCETTABILE IL DOLORISMO IN TV

RAI: ZAVOLI, INACCETTABILE IL DOLORISMO IN TV
ROMA
(ANSA) – ROMA, 09 GIU – La nostra televisione riempie “tutte le sere le case di violenza, anche di quella che si potrebbe raccontare con un accenno, ma a cui si aggiunge sempre qualcosa di nuovo, diventando a puntate. Il dolorismo diventa linguaggio di interi pomeriggi della tv, incentrati sulla idea che la gente deve sapere ma con il dolore presentato in modo inaccettabile perché si capisce che lo si vuole trasformare in spettacolo”. Lo ha detto Sergio Zavoli, presidente della Commissione di Vigilanza sulla Rai, in un secondo intervento a Palazzo Brancaccio, dove viene assegnato oggi il premio nazionale del giornalismo Carlo Casalegno organizzato dal Rotary Club Roma Nord Ovest. Per Zavoli che ha centrato il suo discorso sui giovani “che non dicono chi sono e che cosa vogliono” ritiene che “l’informazione ha davanti a sé un compito straordinario, deve capire che deve cominciare a parlare con una nuova comunità , quella dei giovani, che si sta facendo adulta, accendendo il dibattito, favorendo il confronto”. (ANSA).
Y64/ S0A QBXB