CINEMA: NEI PRIMI 5 MESI FILM ITALIANI AL 50%

(ANSA) – ROMA, 13 GIU – Nei primi cinque mesi la quota dei film italiani sfiora il 50%. I dati sono quelli del campione Cinetel (pari al 90% del totale mercato): nel mese di maggio2011 si sono venduti 7 milioni 202mila biglietti e si sono incassati 47 milioni 889mila euro. Confronto su maggio 2010: -6,81 % per i biglietti e -2,74% per gli incassi. E’ quanto silegge in una nota Agis (Associazione Generale Italiana Spettacolo). Un andamento che Cinetel definisce incoraggiante e che si conferma anche esaminando i dati anno su anno, che, a fine aprile, registravano – rispetto ai primi quattro mesi del 2010 – una diminuzione di biglietti del   7,95% e di incassi del 14,71%. Nel periodo gennaio – maggio 2011 il confronto, pur permanendo il segno negativo,   migliora: -7,73% i biglietti venduti, -13,03% gli incassi. La quota di mercato dei film italiani nei primi cinque mesi del 2011 resta molto alta: 48,44% in termini di biglietti venduti (era del 31,25% da gennaio a maggio 2010); quella dei film Usa è al 43,44 % (era al 59,33%). L’unica altra cinematografia nazionale presente sul mercato italiano con una quota di qualche consistenza è quella della Gran Bretagna (4,56% nei cinque mesi 2011, contro   4,33% nel periodo 2010).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo