New media, TLC

14 giugno 2011 | 10:32

Tlc/ Agcom: Gara frequenze mobili non rinviabile o rete salta

Tlc/ Agcom: Gara frequenze mobili non rinviabile o rete salta
Aumentare gli incentivi alle tv locali

Roma, 14 giu. (TMNews) – La situazione della rete di telecomunicazioni mobili “è preoccupante”. La telefonia mobile registra un`espansione enorme: proiezioni per i prossimi cinque anni a livello mondiale indicano un tasso di crescita annuo medio del 35% per la rete fissa e del 107% per la mobile. Negli ultimi quattro anni il traffico sulla rete mobile è aumentato di 16 volte. Ma senza maggiore disponibilità  di frequenze “l`intasamento del traffico sarà  inevitabile”. Per questo è “più che mai necessaria, più che mai indifferibile la gara per l`assegnazione di ulteriori frequenze alle telecomunicazioni mobili prevista dalla legge di stabilità  2011″. Questo il monito espresso dal Presidente dell`Autorità  per le comunicazioni, Corrado Calabrò nella sua relazione annuale al Parlamento.Secondo Calabrò “il sistema delle comunicazioni elettroniche deve poter reggere l`impatto affinché i benefici della svolta digitale non siano soffocati nella culla”. Condizione indispensabile per il successo della gara è però la “disponibilità  in tempi ravvicinati delle frequenze da assegnare”. Il presidente ha per questo aupicato “un aumento delle risorse previste (240 mln, ndr) a favore delle emittenti locali che è possibile grazie alle regole di gara approvate”. Le frequenze – ha concluso il presidente – “sono un bene scarso, prezioso. Non si può consentire la manomorta delle frequenze”.

Rbr

141118 giu 11