TLC

14 giugno 2011 | 10:38

Telecom I.: Agcom, 1* volta sotto 50% quota mercato retail

ROMA (MF-DJ)–Nel 2010, osservando la quota di mercato dei principali operatori italiani, con riferimento al complesso dei servizi di rete fissa e mobile, emerge come il peso di Telecom Italia nel mercato retail dei servizi di tlc complessivamente considerato (accesso, voce, dati, sms), abbia registrato per la prima volta un valore inferiore al 50%. E’ quanto emerge dalla Relazione annuale dell’Agcom, secondo cui nel 2010 Telecom I. rappresenta il 48,9% del totale (dal 51,6% del 2009), Vodafone Italia il 21,4% (dal 20,6% del 2009), Wind il 13,6% (dal 12,5% del 2009), Fastweb il 4,9% (dal 4,6% del 2009), H3G il 4,2% (dal 3,7% del 2009), Bt Italia il 2,7% (dal 2,8% del 2009). In particolare, il presidente di Agcom, Corrado Calabro’, nella sua relazione al Parlamento evidenzia che “in termini di accessi complessivi alla rete fissa la quota di Telecom Italia e’ scesa al 70% (-3% solo nell’ultimo anno); Wind e’ il secondo operatore con l’11%, Vodafone e Fastweb seguono entrambi con una quota non lontana dall’8%”. Nel mercato della banda larga retail “la quota di Telecom Italia su base nazionale si assesta sul 53% (-3% in un anno), Wind cresce oltre il 15%, Fastweb e Vodafone seguono, entrambi non lontani da una quota del 13%”. Nel settore mobile “la consistenza delle sim vede Telecom Italia e Vodafone ripartirsi in parti simmetriche circa il 68% del mercato, mentre Wind si attesta al 22%. Anche gli operatori mobili virtuali stanno crescendo significativamente: 3,8 milioni e’ il dato di consistenza delle linee (4,2% degli operatori infrastrutturati), circa meta’ delle quali attivate da Poste mobile”.