TLC

14 giugno 2011 | 10:41

Tlc: Calabro’, su orlo Serie B per accessi a banda larga

ROMA (MF-DJ)–E’ una “Italia a due velocita’” quella descritta dal presidente di Agcom, Corrado Calabro’, nella sua relazione al Parlamento. Un’Italia che corre sul fronte della rete mobile e che presenta un gap rispetto all’Europa sul fronte della rete fissa. Calabro’ evidenzia infatti che “la penetrazione del 22% della banda larga fissa migliora il dato del 20,6% dello scorso anno ma rimane indietro rispetto alla media Ue del 26,6%. La percentuale di abitazioni connesse alla banda larga (fisso e mobile) e’ inferiore al 50%, a fronte di una media europea del 61%. Esiste ancora un 4% di digital divide da colmare, cui si aggiunge circa il 18% della popolazione servita da Adsl sotto i 2 Mbit al secondo”. Secondo Calabro’ “siamo sull’orlo della retrocessione in serie B. Questo potrebbe anche precludere all’Italia la possibilita’ di estendere il servizio universale alla banda larga”. Il Garante delle tlc osserva che “il modello della connessione dal computer fisso ancora non si afferma: non ci si abbona alla banda larga anche quando e’ disponibile e spesso anche con tariffe promozionali convenienti, mentre il mobile viene assunto sempre di piu’ come la finestra sulla rete, pur non avendone ancora le stesse performance ed incorrendo in strozzature”. In Italia, infine, “il mercato dell’information technology ancora non riesce ad invertire la rotta come invece accade in tutta Europa (Spagna esclusa); e questo e’ un dato preoccupante”.