TV: GENTILONI, OK CALABRO’, BENE FINI SU CANONI CONCESSIONE

TV: GENTILONI, OK CALABRO’, BENE FINI SU CANONI CONCESSIONE
(V. ‘TLC: FINI, PORSI PROBLEMA ADEGUAMENTO…’ DELLE 12.18)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 GIU – “Ho trovato equilibrata la relazione di Calabrò e importante il richiamo a governo e istituzioni all’importanza di garantire l’accesso a Internet e lo sviluppo dell’economica digitale, fondamentale per la crescita. Impegno senza il quale, come ha detto Calabrò, l’Italia rischia di finire in serie B”. E’ il commento di Paolo Gentiloni (Pd). “Purtroppo – argomenta Gentiloni – non vedo una risposta all’altezza di questo allarme: il tavolo Romani sulla fibra ottica segna il passo, mentre sulle frequenze per la banda larga mobile siamo di fronte a un pasticcio che non si risolverà  senza un minimo ridimensionamento delle pretese degli incumbent”. Per Gentiloni, “ha ragione il presidente Fini: lo Stato ha il dovere di valorizzare il bene pubblico frequenze, anche aumentando, come ha proposto il presidente della Camera, l’attuale canone di concessione dei grandi broadcaster”. (ANSA).
MAJ/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci