Televisione

14 giugno 2011 | 16:15

SANTORO: GASPARRI, PERCHE’ CIANCIMINO IN TV?

SANTORO: GASPARRI, PERCHE’ CIANCIMINO IN TV?
E PERCHE’ RENATO FARINA NON PUO’ SCRIVERE SUL GIORNALE?
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 GIU – “Io non ce l’ho con Santoro, però ho visto esibito in tv in diretta per diverse puntate il signor Ciancimino junior, un calunniatore, persona già  pregiudicata, invitato a costruire le sue menzogne nella televisione pubblica. Il concorso esterno in associazione mafiosa è un reato un po’ strano, ma forse c’era qualcosa in questo caso”. A dirlo è Maurizio Gasparri, presidente Pdl al Senato, oggi nel corso del primo congresso nazionale di Lettera 22 dal titolo ‘Informazione libera, egemonie dominanti e anticonformismo delle idee’. Circa la presenza in tv di Ciancimino, Gasparri aggiunge: “Ha alimentato una campagna di disinformazione, mentre il governo i mafiosi li arrestava”. Nel suo intervento Gasparri è tornato anche sulle polemiche circa gli editoriali dei direttori dei tg. “Ci sono direttori che conducono ogni sera e commentano tra un servizio e un altro. Perché se un direttore parla ogni due tre mesi si solleva la polemica? Non riesco neanche a capire la persecuzione cui sono sottoposte alcune persone. Perché Renato Farina non può scrivere quello che pensa su un giornale? E’ roba da Unione Sovietica”.(ANSA).
YVV/KZS S0A QBXB