CALCIO: DIRITTI TV; BERETTA, NECESSARIO TROVARE ACCORDO

CALCIO: DIRITTI TV; BERETTA, NECESSARIO TROVARE ACCORDO
CALCIOSCOMMESSE? INACCETTABILI SCHIZZI DI FANGO SENZA PROVE
MILANO
(ANSA) – MILANO, 15 GIU – C’é da fare tanto, c’é da fare in fretta. Il presidente della Lega di A, Maurizio Beretta, arriva in via Rosellini e spiega il senso di questa ‘assemblea informale’ di oggi decisa dopo il parere, richiesto da Juve, Inter, Milan, Roma e Napoli, sulla interpretazione di una parte della legge Melandri. “Ha un valore interpretativo autorevole, ovviamente non è un meccanismo automatico – dice Beretta riferendosi al testo del Dipartimento affari giuridici e legislativi della presidenza del Consiglio – ma mette sul tavolo un’interpretazione che va tenuta in considerazione. E anche per questo credo che oggi sia utile un confronto serrato”. Il consigliere federale Lotito lo ha invece definito ‘carta che gira’. “Diciamo che entra nella discussione”, taglia corto Beretta avvisando che c’é la necessità  di stringere i tempi. Va sanata la frattura per passare oltre, “all’approvazione delle linee guida per la vendita dei diritti tv dal 2012 per tre anni e c ‘e’ la necessità  di trovare accordi e strumenti per fatturare i soldi già  incassati, punti sui quali sarà  bene confrontarsi con molta serenità  e spirito costruttivo”. Insomma l’assemblea dovrà  riprendere il lavoro ‘disturbato’ dagli echi del calcioscommesse. “La nostra posizione è nota – commenta Beretta – vogliamo grande severità  nelle indagini e nelle eventuali sanzioni, scrupolo nell’accertamento di eventuali responsabilità , ma non siamo disposti a subire attacchi sulla base di voci e rumori”. Intanto, davanti all’ ingresso il ‘disturbatore’ Paolini, armato di megafono, tuona contro la corruzione e le scommesse. “Dobbiamo preservare la serie A da questi attacchi – conclude Beretta -, non possiamo accettare che arrivino schizzi di fango senza motivo”. (ANSA).
CRT/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi