Televisione

16 giugno 2011 | 10:54

TV:NEL NOME DEL CUORE;FRATI ASSISI,E’ STATA UNA BELLA SERATA

TV:NEL NOME DEL CUORE;FRATI ASSISI,E’ STATA UNA BELLA SERATA
RACCOLTA FONDI CON SMS AL 45501 CONTINUA FINO AL 22 GIUGNO
ASSISI (PERUGIA)
(ANSA) – ASSISI (PERUGIA), 16 GIU – “E’ stata una bella serata di tv fra intrattenimento, testimonianze di vita e di amore e impegno per la solidarietà ”. Il giorno dopo “Nel nome del cuore”, in diretta su Raiuno dal piazzale della Basilica di San Francesco di Assisi, i frati di Assisi esprimono il loro “grande e sentito grazie” in una dichiarazione del direttore della Sala stampa del Sacro convento, padre Enzo Fortunato. Il programma, ieri sera su Rai1 ha avuto nella prima parte il 14.20% di share con 3.495mila spettatori e nella seconda il 14.58% e 2.535mila. “Grazie a tutti coloro che hanno partecipato alla serata, dagli artisti che sono saliti sul palco – ha proseguito padre Fortunato – agli organizzatori, ai partner dell’evento, alla direzione generale e ai tecnici della Rai che hanno permesso di far giungere nelle case degli italiani le immagini sempre suggestive delle Basiliche di San Francesco. Grazie agli artisti (pensiamo a Roberto Vecchioni, Renato Zero, ma anche a Carlo Conti) che con le loro parole hanno esaltato il valore dell’esperienza francescana nel mondo contemporaneo, nei posti più difficili e accanto alle persone più bisognose di aiuto e di una parola d’amore. Grazie, ma andrebbero citati per primi, a tutti coloro che hanno contribuito con un semplice sms di due euro al 45501 ai progetti di solidarietà  diretti a sostenere il ritorno alla vita normale degli ex ‘bambini guerrieri’ del Burundi e dello Sri Lanka, attraverso la realizzazione di strutture scolastiche, associative e interventi di solidarietà . Grazie, infine, a tutti quelli che ci hanno seguiti in tv, e sono stati tantissimi”. Padre Fortunato ha ricordato che il numero 45501 per inviare offerte resterà  attivo fino al prossimo 22 giugno. “C’é bisogno ancora di uno sforzo – ha spiegato – per raggiungere l’obiettivo che ci eravamo fissati, la somma necessaria per dare il via a quei progetti”. Nel corso della trasmissione di ieri sera, il custode del Sacro convento, padre Giuseppe Piemontese, ha fornito il rendiconto delle spese sostenute per l’avvio dei progetti di solidarietà  ad Haiti, in Colombia e in Messico resi possibili dalla raccolta dei fondi nel 2010, mostrando anche attraverso foto e filmati lo stato di avanzamento dei cantieri aperti.
YKW-SEB/ND S0B QBXB