Editoria

20 giugno 2011 | 10:41

RCS: AL VIA ASSEMBLEA SEMPLIFICAZIONE; MARCHETTI, FORTI RISPARMI

(AGI) – Milano, 16 giu. – Il progetto di semplificazione societaria di Rcs Mediagroup, lanciato dal consiglio di amministrazione nei mesi scorsi e approvato dall’esecutivo del gruppo, “comporta forti risparmi nei costi di gestione”. Lo ha detto il presidente della societa’, Piergaetano Marchetti, illustrando il programma agli azionisti riuniti oggi in assemblea straordinaria per dare il via libera all’operazione attraverso la modifica di due articoli statutari. In particolare, ai soci si chiede di approvare la modifica dell’articolo 2 dello statuto (sull’oggetto sociale) e del 19 (deleghe di poteri). “Faccio notare – ha sottolineato Marchetti rivolgendosi agli azionisti – che non ho mai partecipato negli ultimi anni a un’assemblea in cui non si sia alzato in piedi un azionista per chiedere la semplificazione societaria di gruppi che a volte hanno delle selve di proprieta’”. Marchetti ha ricordato che, come approvato il 16 giugno dal comitato esecutivo, saranno coinvolte nella semplificazione “dieci societa’”, vale a dire Rcs Quotidiani (con Rcs Digital e Trovocasa), Rcs Periodici (con Editrice Abitare Segesta, Pubblibaby, Rcs Direct, Rizzoli publishing Italia e Sfera editore) e Rcs Pubblicita’. “Le societa’ non comprese del perimetro – ha detto il presidente del gruppo editoriale – non lo sono o perche’ non sono possedute al 100%, ed e’ il caso di Rcs Libri, o perche’ altre volte e’ la legge che chiede che certe attivita’ siano in societa’ singole, separate, ad esempio l’attivita’ sportiva legata al Giro d’Italia o Trovolavoro”. All’assemblea sono presenti, in proprio o per delega, 74 azionisti rappresentativi dell’86,59% del capitale sociale di Rcs Mediagroup. Dalla lettura del libro soci non sono emerse variazioni nelle partecipazioni rispetto a quanto risultava all’assemblea sul bilancio dello scorso 28 aprile.