Televisione

20 giugno 2011 | 14:57

RAI: ASR ADERISCE A MOBILITAZIONE USIGRAI, “SI RIDUCE PLURALISMO”

(AGI) – Roma, 20 giu. – L’Associazione Stampa Romana aderisce alla mobilitazione dell’Usigrai “Riprendiamoci la Rai”, in programma domani sera a Roma, al Piccolo Eliseo. “Le ultime vicende del servizio pubblico, dall’addio di Michele Santoro e dalla rinuncia ad ‘Annozero’, sostituito da una fiction, al sofferto rinnovo contrattuale di ‘Report’ e i rischi sulla copertura legale dei colleghi, vanno nella direzione – dice un comunicato dell’Asr – di una riduzione del pluralismo e di un sacrificio dell’autonomia professionale e redazionale dei giornalisti della Rai. La compressione degli spazi giornalistici e di approfondimento si verifica in assenza di un piano industriale, con un’azienda in deficit per decine e decine di milioni di euro. Non fanno meno male le notizie in arrivo da inchieste della magistratura che prefigurano un livello decisionale che non passa dal consiglio di amministrazione, dal direttore generale e dalle strutture aziendali”. Per l’Asr “la richiesta che parte dall’Usigrai e’ quella di considerare il servizio pubblico radiotelevisivo un bene comune, come accade per l’acqua, per l’energia, per la scuola pubblica. Stampa Romana invita tutti i cdr e i colleghi a sostenere un percorso di apertura alla societa’ civile che chiede una migliore e larga informazione, sostenendo l’iniziativa di domani”.