Televisione

21 giugno 2011 | 15:12

RAI: LEI “DEVE RITROVARE L’IDENTITA’ DI SERVIZIO PUBBLICO”

ROMA (ITALPRESS) – “Penso di avere non una poltrona ma una missione, non e’ uno slogan ma un modo di vedere come si gestisce il futuro della Rai”. Cosi’ Lorenza Lei, direttore generale della Rai, nel corso dell’audizione in commissione di Vigilanza, alla quale ha partecipato anche il presidente dell’azienda di viale Mazzini Paolo Garimberti. Lei ha ricordato alla commissione che “negli ultimi due anni abbiamo ottenuto importanti risultati, con i canali multimediali, piu’ efficienza in termini di produttivita’ e ridotto il deficit rispetto allo scorso anno, da 118 milioni a 98 milioni. Penso che la Rai debba ritrovare – ha aggiunto il dg di viale Mazzini – l’identita’ di servizio pubblico degli scorsi anni. Il calo delle entrare pubblicitarie ha portato una correzione del budget 2011 con un taglio di 60 milioni nell’area editoriale e gestionale”. Il direttore generale, parlando del piano industriale 2010-2012, ha anticipato che “entro il 2014 saranno assorbite 1.400 persone, assunte dal bacino dei precari, e che sempre su questo tema si va aprendo la questione per 1.700 persone che pretendono di essere assunte, la prossima settimana – ha detto Lei – ci saranno gli incontri con i sindacati”. Lei ha ricordato che il piano industriale 2011-2013 sara’ presentato al Cda entro il mese di luglio “con non solo l’obiettivo del pareggio ma anche dello sviluppo, e per questo si deve investire – ha concluso Lei – non solo sul piano editoriale ma anche dello sviluppo”.