Editoria

23 giugno 2011 | 9:44

P4: Bisignani e le lotte interne al Pdl (CorSera)

23 Jun 2011 08:58 CEDT P4: Bisignani e le lotte interne al Pdl (CorSera)

Dowjones

ROMA (MF-DJ)–Su Mariastella Gelmini, Stefania Prestigiacomo, Franco Frattini e Gianfranco Micciche’ sembra avere un’influenza pesante. Ma in realta’ sono numerosi i politici del Pdl, compresi i fuoriusciti di Fli, che Luigi Bisignani, il faccendiere arrestato nell’ambito dell’inchiesta P4, mostra di poter controllare. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera esiste una rete di relazioni che consentiva a Bisignani di orientare le scelte del governo, anche in materia economica, trasformandolo in una sorta di premier “ombra”. Confortato dal fido Alfonso Papa, l’ex magistrato eletto in Parlamento che “spia” per suo conto ogni situazione. Sono le intercettazioni telefoniche e ambientali disposte dai pubblici ministeri Henry John Woodcock e Francesco Curcio a rivelarlo, facendo emergere anche le lotte interne alla maggioranza. Trame e alleanze “segrete” che Bisignani gestisce e talvolta agevola. Nel capitolo dedicato alle relazioni istituzionali, i magistrati evidenziano “i rapporti diretti con Silvio Berlusconi, i rapporti quotidiani con Daniela Santanche’” e poi fanno l’elenco dei politici “dai quali e’ spesso cercato”. Si va da Lorenzo Cesa dell’Udc al ministro Raffaele Fitto, da Mario Baccini dei cristiano popolari a Elisabetta Gardini, Nunzia de Girolamo. Poi Alberto Michelini, Clemente Mastella, Giuseppe Galati, fino a Salvatore Nastasi, capo di gabinetto del ministro Bondi quando era ai Beni culturali. Con la Santanche’ appare critico, come dimostra una telefonata con Flavio Briatore del 18 agosto scorso. I due commentano la scelta di Silvio Berlusconi di darle un ruolo all’interno del governo. red/cat

(END) Dow Jones Newswires

June 23, 2011 02:58 ET (06:58 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Srl.