Tv/ Agcom: Al via classificazione dei decoder,aiuterà  consumatori

Tv/ Agcom: Al via classificazione dei decoder,aiuterà  consumatori
In tutto 6 classi dalla più complessa alla più semplice

Roma, 24 giu. (TMNews) – Al via una classificazione per aiutare i consumatori a orientarsi sul mercato dei decoder tv. Sei differenti classi di appartenenza distinte in base alle qualità  delle caratteristiche tecniche dei decodificatori: dalla classe 1, i decoder più completi e tecnologicamente avanzati, fino alla classe 6, quelli con caratteristiche minime ed essenziali. E’ lo schema di classificazione predisposto dall’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni con l’obiettivo di aiutare i consumatori ad orientare le proprie scelte tra la molteplicità  di apparati per la ricezione di programmi televisivi digitali in commercio.La decisione dell’Agcom, frutto di un lavoro svolto anche con le associazioni dei consumatori, prende le mosse dalla constatazione che l’evoluzione delle piattaforme ha evidenziato molte difficoltà  da parte degli utenti nel riconoscere e acquistare il ricevitore digitale più adatto alle proprie esigenze. Da qui l’adozione dello schema di classificazione dei decoder presenti sul mercato con l’intento di fornire maggiori informazioni per l’acquisto e l’utilizzo di tali apparati. Per quanto riguarda poi le iniziative di diffusione al pubblico della classificazione saranno attuati con le associazioni dei consumatori specifici progetti che consentano sia la diffusione e l’illustrazione delle caratteristiche della classificazione attraverso varie iniziative informative (depliant, video tutorial) sia la realizzazione di eventuali studi comparativi e confronti di prezzo tra modelli diversi.

Red/Rbr

241306 giu 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi